Leggi tutti i contenuti

Forget Paris” non è un film di o sul basket, ma è sicuramente un film nel quale il basket è protagonista assoluto; ed è stato sicuramente uno dei motivi, se non il motivo, del suo grande successo. Stiamo infatti parlando di una pellicola che, nell’ormai lontano 1995. ha incassato la bellezza di 90 milioni di dollari.

La trama

Il protagonista, Mickey, ci porta subito nell’ambito della palla a spicchi; è infatti arbitro di basket. Mickey deve portare in Francia la salma del padre e per una fortuita circostanza conosce Ellen, una receptionist del servizio reclami della compagnia aerea con la quale doveva imbarcarsi. È il classico incontro tra le due anime gemelle, Ellen lascia il marito e da lì nasce una storia contraddittoria, nella quale i due tante volte si lasciano, ed altrettante si riprendono. La storia d’amore viene raccontata in una cena tra amici, attraverso una serie di flashback che la ripercorrono, un po’ in stile Woody Allen, con alcuni picchi comici esilaranti.

Il basket

Proprio in questi flashback entrano in gioco tanti “attori non attori”, i giocatori NBA, all’epoca protagonisti di un mondo che in Europa appariva ben più lontano della semplice distanza geografica, nel quale i giocatori europei nella NBA si contavano sulle dita di una mano. Nei vari episodi che si svolgono sul parquet, il protagonista è Mickey, impersonato da un bravissimo Billy Cristal, ma accanto a lui “non” recitano assi dell’NBA di allora.

Memorabile la scena nella quale arbitra una partita tra il mitico Kareem Abdul-Jabbar, il re del “gancio cielo” ed i Detroit Pistons; arrabbiato per una giornata non certo ideale, l’arbitro espelle prima Jabbar e poi i “pistoniani” Bill Laimbeer ed Isiah Thomas, tutti senza un motivo apparente. Il bello è che non è finita qua, alla fine il buon Mickey manda anzitempo negli spogliatoi l’intero roster delle due squadre.

Da scompisciarsi dalle risate anche la scena nella quale si rivolge a Spudd Webb così: “Sei l’unico con cui posso parlare”. E qui bisogna aprire una parentesi a beneficio di chi non è ancora “anta”: Spudd Webb è stato un formidabile atleta, playmaker di ruolo, alto appena 1,68, avete letto bene 1,68. Nonostante la bassa statura, e grazie ad atletismo formidabile, Spudd riuscì addirittura a vincere lo “Slam Dunk Contest”, la gara delle schiacciate, precedendo uno specialista come Dominique Wilkins.

Quelli citati non sono gli unici giocatori che compaiono nella pellicola, ci sono anche il grande tiratore, di Indiana, Reggie Miller, l’atletico Tim Hardaway, lo statuario David Robinson, l’icona di New York Pat Ewing, uno dei migliori centri della sua generazione, John Starks, il favoloso “all around” Charles Barkley, il bianco Chris Mullin, uno che assomigliava tanto ad un piccolo Larry Bird, i rimbalzisti esimi Horace Grant e Charles Oakley, il folcloristico Dennis Rodman, il tiratore Dan Majerle, quelle macchine da punti che erano Sean Elliott e Marques Johnson.

Un piccolo cameo lo hanno anche Bill Walton e Michael Jordan, che appare mentre Mickey guarda una partita in televisione.

La scheda del film

Genere: Commedia
Anno: 1995
Regia: Billy Crystal
Attori: Billy Crystal, Debra Winger, Joe Mantegna, Cynthia Stevenson, Bill Walton, John Spencer, Marvin Albert, Charles Barkley, Julie Havner, Dan Majerle, Richard Masur, Cathy Moriarty, David M. Robinson
Paese: USA
Durata:107 min

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here