Archiviato il fantastico debutto di giovedì scorso, con l’ampia vittoria su un rimaneggiato Basket Landes, per il Beretta Famila Schio è il momento di affrontare un avversario ostico che la scorsa stagione ha arrecato una delusione cocente a Dotto e compagne.

Al PalaRomare arriva Girona, formazione spagnola che, per il terzo anno consecutivo incrocia il cammino europeo delle scledensi. “Si parte dallo zero a zero – sottolinea Sandrine GrudaGirona negli ultimi anni è sempre stata una squadra ottima ma ora è diversa, così come lo siamo noi. Per me non c’è un passato a cui guardare ma solo il presente”. Le rossonere sono reduci da una sconfitta di misura in casa con Sopron per 63-68 nella prima giornata di Eurolega.

Le catalane si presentano come una formazione più esperta delle francesi (27 a 23 l’età media), anch’esse con una vera e propria leggenda del basket europeo tra le proprie fila: Laia Palau, 42 anni, non sente il peso dell’età tanto che gioca una media di oltre 20 minuti a partita. Come sempre lo Spar può contare su un nutrito nucleo di straniere (sette anche quest’anno): le USA Burke (nella scorsa stagione trascinatrice di Sassari con oltre 20 punti e 10 rimbalzi di media) e Gardner, le svedesi Frida Eldebrink e Drammeh (vista in Italia con la Gesam Gas Lucca), il centro ceco Reisingerova e quello lituano Labuckiene, infine la giovane francese Parra.

In casa Beretta Famila, coach Dikaioulakos può contare ora sul gruppo al gran completo; domenica Charli Collier ha debuttato in campionato con una doppia doppia contro Moncalieri mentre si è rivista sul parquet anche Kim Mestdagh. È rimasta a riposo, invece, Sandrine Gruda che, però, rassicura tutti sulle sue condizioni di forma: “Mi sento bene. Sono felice di vedere che il mio corpo si sia ripreso al meglio e sono molto ottimista per il futuro”.

La francese è in questi giorni anche protagonista di una nuova campagna dell’Eurolega intitolata #ProudlyWoman che mira a valorizzare le qualità e le diversità delle giocatrici della lega, tutte uniche nella loro persona. “Gioco in questa competizione da 17 anni ed è bello vedere quanto stiano facendo per il basket femminile – conclude Gruda – Sono felice che ora abbian lanciato questa campagna per mostrare i diversi volti e qualità delle donne. Come giocatrici abbiamo delle qualità da presentare al meglio per ispirare le nuove generazioni. Mi fa infine piacere di essere stata individuata come quella ‘forte’, spero di essere da esempio per tutte le bambine e i bambini che ci guardano”.

Domani sera, palla a due alle consuete ore 19.30, il PalaRomare si tingerà di orange ma anche di rosa. Il Beretta Famila, infatti, scenderà in campo anche al fianco della prevenzione al tumore al seno.

Durante l’intervallo sarà presentata la campagna #Anchioalpostosuo, realizzata dal Gruppo Centro di medicina a sostegno delle Associazioni Provinciali della LILTLega Lotta Italiana Contro i Tumori – in particolare di quella di Vicenza, alla quale Centro di medicina donerà parte del ricavato delle mammografie eseguite nel mese di ottobre 2021. All’imprenditrice vicentina, e ora ciclista per passione, Loretta Pavan verrà consegnato il riconoscimento dell’Ambassador della Prevenzione, da parte dell’Amministrazione comunale, del Beretta Famila, della Lilt vicentina e del Centro di medicina Schio.

Per chi non potesse venire al PalaRomare a sostenere la squadra, la partita sarà visibile sul nuovo canale Youtube della FIBA dedicato all’Eurolega Femminile e su LBFTV, canale 411 del digitale terrestre.

Articolo precedenteCristofer Lempu nuovo arrivo nel settore giovanile della Vuelle Pesaro
Articolo successivoGiovanili Pielle Livorno: avvio splendido per l’Under 15 Eccellenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here