Home » Comunicati Stampa » LBF A2: Torna il sorriso in casa bolzanina, espugnata Varese 42-55

LBF A2: Torna il sorriso in casa bolzanina, espugnata Varese 42-55

22
0

Finalmente le vere Sisters. Torna con due punti pesantissimi Acciaierie Valbruna Bolzano dalla trasferta in terra lombarda contro la Pallacanestro Femminile Varese 95
Il tabellone recita un netto 42-55 per le biancorosse che portano a casa i primi due punti della stagione e lo fanno in una gara chiave nello scontro salvezza. Le ragazze di coach Pezzi sono riuscite a sbloccare la classifica e a lasciarsi alle spalle la striscia negativa dello 0/4, espugnando l’altra diretta contendente che si trovava a quota zero come le bolzanine.
Primi due quarti equilibratissimi, chiusi a metà gara con il punteggio di 31 a 30 per le altoatesine.

Tanta velocità e ritmo per entrambe le squadre, scese sul parquet con il coltello tra i denti vista la posta in gioco. Da una parte le incursioni di Beretta e i tiri dalla lunga distanza di Visconti, dall’altra le risposte di un’infuocata Mossong e della granitica Consorti sotto le plance. Ma è la terza frazione quella fatale, quella in cui le Red Socks si accendono e chiudono il quarto con un parziale di 2-11 a loro favore, guadagnando un buon margine sulle avversarie (32-42). Coach Lilli prova a cambiare le carte in tavola piazzando la zona ma la biancorosse, dopo qualche attacco poco fluido, ritrovano la via del canestro pungendo negli spazi liberi. Ci riprova verso la fine la new entry Laura Rossi con due triple ma, le bolzanine, smorzano l’ultimo tentativo delle avversarie tenendole a debita distanza e chiudendo la gara in bellezza sul +13: un gap importante anche per la differenza canestri, maggior motivo perchè conquistato in trasferta.

Una vittoria che fa tornare il sereno, che da fiducia e premia il costante lavoro delle altoatesine che non hanno abbassato la guardia dopo un avvio di stagione decisamente in salita contro le squadre più quotate del campionato. La solita impeccabile Mossong (17 punti, 4/6 da tre e 23 di valutazione) trascina le Sisters alla vittoria, affiancata da una onnipresente Consorti (12 punti, 5/7 da 2 e 11 rimbalzi) e una lucida Rossi in regia che ne mette 10 e smista 4 assist. Ma la vittoria è di tutta la squadra, che ha avuto pazienza nel trovare le soluzioni migliori proprio quando tutte giravano all’unisono e quando si è blindata a protezione del ferro. Buona prova di Luppi, pronta e vigile in regia e brava a mettere pezze in difesa. Mingardo continua a vendere atletismo, pericolosa in contropiede e reattiva nella metà campo difensiva.

Solidità anche da capitan Gottardi e dalle rotazioni dalla panchina. “Abbiamo cercato di servire la palla alle nostre lunghe che hanno trovato buoni canestri ma soprattutto hanno saputo chiudere e riallargare la difesa – spiega un soddisfatto coach PezziSono contento perchè abbiamo ritrovato la nostra intensità in difesa che deve ritornare ad essere il nostro marchio di fabbrica. Vittoria straordinaria, tutte le ragazze che sono scese in campo erano sul pezzo e assetate di vittoria: non avevo dubbi facessero una grande gara. Una sontuosa prestazione corale ci ha permesso di compiere il primo passo in avanti: ora ci siamo sbloccati e possiamo continuare con tutt’altra convinzione ed autostima.

SCS Basket Femminile Varese – Acciaierie Valbruna Bolzano  42-55
Parziali:(16-16; 30-31; 32-42; 42-55)

Scs Varese: Mistò E. 6, Beretta 13, Mistò F. 2, Biasion, Petronyte, Premazzi, Sorrentino 2, Visconti 13, Rossi, Sonzini, Polato, Carraro.

Pallacanestro Bolzano: Pezzi, Luppi 5, Mossong 17, Gottardi, Mingardo 7, Consorti 12, Hafner D., Rossi 10, Hafner M., Egwho 3, Rossetto 1.

Ufficio Stampa Pallacanestro Bolzano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here