Tutti a caccia del Real, riparte la giostra dell’Eurolega

248
0

Sognare non è vietato, proprio no. Non nell’Olimpo della pallacanestro europea, non in una competizione sempre pronta a regalare una sorpresa, un sussulto, un colpo di scena. Certo, i conti si faranno principalmente con Real Madrid, Cska Mosca e Fenerbahce, ma subito dietro l’angolo c’è qualche outsider che farebbe volentieri uno sgambetto alle tre grandi favorite.

Al Via l’Eurolega maschile 2018/19

I campioni in carica del Real Madrid, forti della decima Eurolega (nessuno come loro) avrebbero l’ambizione di fare come i “cugini” nel calcio, imbattuti da tre anni nella Champions League, la più importante competizione europea calcistica. Eppure, per loro non sarà facile: Luka Doncic, la stella classe 1999, quest’estate ha fatto un biglietto di sola andata per l’America, destinazione Nba, per accasarsi ai Dallas Mavericks; senza di lui il Real Madrid perde sicuramente un qualcosa di importante (sebbene ovviamente non manchino i campioni in squadra) e di questa assenza ne vuole approfittare il Fenerbahce, sconfitti lo scorso anno in finale e vogliosi di rivincita. Ma forse, ancora più “arrabbiato” sarà il Cska Mosca, autore di una regular season favolosa chiusa al primo posto (24 vittorie su 30) ma alla fine fuori dal podio finale, dopo le sconfitte in semifinale con il Real Madrid e quella con Zalgiris Kaunas.

Un’altra chiave di lettura dell’Eurolega sta proprio qui, nel fatto che tra regular season e fase finale le cose possono cambiare e tanto. Il Real, ad esempio, ha giocato lo scorso anno un girone tutt’altro che trionfale, con 19 vittorie su 30, chiudendo a pari merito con Olympiakos e Panathinaikos, per la quinta piazza finale,ma ha saputo rifarsi con gli interessi nel momento decisivo, proprio il contrario come detto del Cska, mentre Zalgiris ha chiuso sul podio dopo la sesta posizione nel girone. Occhio, quindi, a tirare le somme troppo presto.

Tra le outsider, proprio le greche Olimpiakos e Panathinaikos sono da tenere d’occhio, mentre Barcellona può fare sicuramente di più del 13° posto in regular season dello scorso anno, quindi, sebbene la cosa per i catalani sia tutt’altro che facile, occhio a sottovalutarli. I lituani dello Zalgiris Kaunas invece sono un po’ una mina vagante: il 3° posto dello scorso anno è stato strepitoso, e ripetersi sarà molto molto difficile, ma meritano fiducia.

Olimpia Milano unica squadra italiana

Difficile fare ipotesi per l’Olimpia Milano, unica italiana a partecipare all’Eurolega. Colmare il gap con le prime otto rispetto allo scorso anno (quando Milano fu penultima nel girone) pare un compito difficile per gli uomini di mister Pianigiani, che avrà bisogno di una super stagione per entrare nella fase finale. Tra le altre, invece, si registra l’ingresso in Eurolega di Bayern Monaco, Darussafaka, Gran Canaria e Buducnost Pogdorica, a discapito delle uscenti Stella Rossa, Brose Bamberg, Valencia e Malaga. Per loro, esserci è già un traguardo, e proveranno a giocarsi le loro carte per ritagliarsi uno spazio nella competizione dei giganti.

Matteo Novembrini BWL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here