La serie B di pallacanestro è il contesto che riesce a coinvolgere contemporaneamente una sana rivalità sportiva e un’elevata qualità tecnica. La terza serie nazionale, infatti, ha in programma tantissimi derby, per la presenza contemporanea nel campionato di Pescara, Chieti, Giulianova, Teramo e Campli. Proprio le prime due, vicinissime territorialmente e molto ambiziose, domenica giocheranno in casa teatina un importante match, che dirà parecchio su questo inizio di campionato. Chieti-Pescara non può mai essere un incontro come gli altri, soprattutto in uno sport in cui, da qualche anno, questo derby non si vedeva.

L’Amatori Pescara, sempre seguita in trasferta dai suoi tifosi, domenica ha vinto un altro derby, a Teramo, con una convincente prestazione sia difensiva che offensiva. Qualche palla persa di troppo non toglie nulla al trionfo ottenuto; l’importante fisicità degli ospiti, bravi ad alzare l’aggressività e la fisicità sotto canestro, ha creato qualche grattacapo a Potì e compagni, lucidissimi a guadagnarsi i due punti. Adesso si cercherà di fare un ulteriore step cercando di espugnare il campo teatino. La squadra del presidente Carlo Di Fabio ha già dimostrato di avere sette titolari tra i senior, viste le prestazioni di Serafini e Carpanzano. Anche gli under Del Sole e D’Eustachio continuano a far vedere di poter reggere benissimo il campo, come hanno già ampiamente messo in mostra in queste due stagioni.

La Teate Basket Chieti, sponsorizzata Europa Ovini per la presidenza di Gabriele Marchesani, la settimana scorsa è inciampata davanti al proprio pubblico, perdendo nell’ultimo minuto di partita contro l’outsider Ancona. La squadra in settimana ha aggiunto al roster un atleta importante come Paolo Rotondo, pivot di 204 centimetri che potrà sopperire a qualche problema fisico nel roster di Chieti. L’innesto del lungo proveniente da Agrigento dona ulteriore profondità ad una rosa molto forte, forse non travolgente nello starting five ma sicuramente molto lunga, con under del calibro di Davide Batman Meluzzi, ex Rimini e giocatori importanti come l’ex Montegranaro Gueye e anche Di Carmine, già visto in maglia Amatori, dove ha indossato anche i gradi di capitano.

Coach Rajola ha commentato così: “quella di domenica non è una partita come le altre: è un derby che nella pallacanestro di alto livello manca da tantissimo tempo e sicuramente è il derby più sentito dalle rispettive tifoserie. Ci sarà una grande cornice di pubblico e mi auguro che sarà una grande partita sia in campo che sugli spalti: penso che il nostro sport debba dimostrare che ci possono essere grandi eventi sportivi che possono entusiasmare gli spettatori davvero sotto ogni punto di vista: spettacolarità e coinvolgimento. Chieti viene da una sconfitta in casa e farà di tutto per riscattare il passo falso; è una squadra molto competitiva con tanti giocatori che possono essere pericolosi. Noi dobbiamo fare la nostra partita, fare bene le cose che stiamo preparando per portare a casa i due punti e far gioire i nostri tifosi“.

Ufficio Stampa Unibasket

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here