Primo stop stagionale per la Tramarossa Vicenza, che al PalaRadi di Cremona per la ha dovuto cedere il passo: contro la Juvi, i biancorossi hanno iniziato bene, ma sono visibilmente calati nel secondo quarto fino a sprofondare nella ripresa, finendo la sfida con addirittura quindici lunghezze di svantaggio. Per la Tramarossa sarà importante riscattarsi subito e l’occasione ci sarà già giovedì sera, quando al Palazzetto dello Sport Città di Vicenza, alle 20:30, arriverà l’Aurora Desio per la prima di due partite in quattro giorni tra le mura amiche.

Sarà importante cercare di cogliere due successi da entrambe le sfide, perché novembre si preannuncia complicato: Vicenza, dopo le sfide con Desio e Olginate, dovrà infatti
affrontare in ordine Orzinuovi, Padova e Faenza, un trittico di partite cruciali che potranno dare molte indicazioni su quali saranno le possibilità di Vicenza in questo campionato.
Ancora da valutare Corral, fermato da un problema al polpaccio nella sfida di Cremona, anche se lo staff tecnico conta di recuperarlo in vista della doppia sfida casalinga di questa settimana.

LA PROSSIMA AVVERSARIA: AURORA DESIO

Costante in queste quattro stagioni di serie B, l’Aurora Desio sarà la prossima avversaria della Tramarossa Vicenza. I precedenti sono favorevoli ai biancorossi, che hanno vinto in quattro delle sei sfide precedenti. L’inizio di stagione dei brianzoli non è stato dei migliori, con due sconfitte e una vittoria nelle prime tre uscite. L’attacco desiano ha segnato 68 punti di media, con discrete percentuali dentro l’area (49%) e basse da fuori (28%), soffrendo a rimbalzo (solo 34 a partita) e perdendo una discreta quantità di palloni (quasi 14 a contesa). Quasi 75 i punti concessi a sfida, con percentuali molto alte subite al tiro da tre (38%) e tanti rimbalzi lasciati agli avversari (39 ad incontro).

Nell’ultima sfida l’Aurora ha perso in casa contro Olginate e arriverà a Vicenza desiderosa di riscatto. Punta di diamante offensiva dei brianzoli è il playmaker Daniel Perez, fulcro della squadra con quasi 14 punti a partita e che si prende tantissime conclusioni (circa 15 a partita). Nel reparto esterni troviamo anche Francesco Villa, altro playmaker capace di 10 punti ad incontro e regista della squadra con quasi 4 assistenze di media. Completano il reparto l’ex riminese Paolo Busetto, finora letale dentro l’area con il 74% realizzato, e Davide Peri, che ha iniziato la stagione tirando con il 48% da tre.

Tra i lunghi, sicuramente il pericolo numero uno è rappresentato da Giovanni Lenti, che in queste tre partite ha iniziato viaggiando a 12 punti e 9 rimbalzi di media. Menzione speciale anche per il duttile XavierBrown, che oltre che buon realizzatore (9 di media ad allacciata di scarpe) si distingue per un pericoloso tiro da fuori (39%). Vanno poi aggiunti Andrea Valentini, Olivier Giacomelli e Simone Fiorito: tre giocatori che possono rivestire sia le funzioni di lungo che di esterno e che allungano sensibilmente le rotazioni dei brianzoli, che pur non contando di vere e proprie stelle saranno sicuramente un’avversaria rognosa e difficile da battere.

Ufficio Stampa Tramarossa Vicenza

Articolo precedenteSerie B: Alba, decimata ma stoica, beffata da S. Giorgio all’ultimo tiro
Articolo successivoTre su tre, un’Olimpia Matera monumentale supera anche Valmontone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here