La Witt-S.Bernardo, in estrema emergenza-infortuni, riesce a giocare una grande partita a San Giorgio su Legnano e cede nello scontro al vertice solo all’ultimo istante. I langaroli accarezzano il successo prima delle due triple fortunose dei lombardi che valgono il primato, in compagnia di Omega, a quota 6 in graduatoria. La sconfitta fa male, ma i biancorossi escono dalla sfida a testa altissima, tra gli applausi.

Alba si presenta al PalaBertelli orfana degli infortunati Ielmini e Terenzi ed ha bisogno di un’autentica impresa per tenere testa alla lanciata San Giorgio. Coach Quilici schiera Parlato, Cozzoli, Rota, Toso e Scali, mentre Jacomuzzi si affida a Danna, Antonietti, Coltro, Dell’Agnello e Pollone.

In avvio la scena è di Scali (4-0), ma Antonietti e Pollone rispondono: 4-7. Si segna poco anche se la LTC riesce a tornare avanti (8-7). Poi, la Witt-S. Bernardo arma la mano dalla lunga distanza e con tre triple (Antonietti, Colli e Tarditi) chiude il primo periodo sul 13-18.

La Sangiorgese trova subito la parità nella seconda frazione (18-18). L’Olimpo Basket deve rinunciare a Gioda per infortunio alla caviglia, ma è in fiducia e Antonietti, Dell’Agnello e Danna provano a scavare il primo solco del match: 21-29. Lo ricolma, però, immediatamente la compagine arancioblù che con un 9-0 torna avanti: 30-29. I padroni di casa cercano allora di cavalcare l’onda del momento favorevole (35-31), ma i viaggianti restano a contatto all’intervallo: 35-33.

La sfida entra definitivamente nel mood del punto a punto nella ripresa e si alternano i vantaggi. Dell’Agnello e Antonietti impattano e siglano il +4 esterno (35-39). I lombardi replicano e ribaltano il +4 (50-46) prendendo l’inerzia del match. Arriva anche un antisportivo piemontese e Parlato aggiorna il massimo vantaggio interno: 54-46. La Witt-S. Bernardo con le rotazioni decimate sembra in difficoltà, ma riesce a limitare i danni e chiudere sotto 55-51 il terzo periodo.

I langaroli gettano il cuore oltre l’ostacolo a aprono in maniera scintillante l’ultima frazione con Antonietti e Pollone: 57-61. La partita, bellissima, prosegue in equilibrio e Bocconcelli rimette la testa arancioblù avanti (64-63). Pollone e Antonietti, però, rispondono per il 64-68 a tre minuti dal termine. Alba ha perso nel frattempo anche Tarditi per cinque falli ed è al limite delle proprie possibilità, ma sembra a un passo dall’impresa. Tuttavia Parlato realizza di tabella dall’arco e poi in area sorpassa: 69-68. Negli istanti conclusivi di gioco Coltro in lunetta controsorpassa con freddezza (69-70), ma all’ultimo assalto Scali fa esplodere il Pala Bertelli: 72-70. La Witt-S.Bernardo ha l’ultimo possesso e per due volte tenta il tiro per l’over time, il ferro non accoglie la sfera. Vince San Giorgio e con il terzo successo in tre partite resta in vetta con la sola corazzata Omega.

Per Alba, invece, una sconfitta così fa male, malissimo, ma in questa situazione di estrema emergenza con le rotazioni ridotte all’osso i langaroli non hanno comunque mollato mai, arrivando a 1 cm dal colpo esterno. Non arrivano i due punti, ma si è vista una grande Witt-S. Bernardo, stoica con carattere e orgoglio. Il riscatto può arrivare nella difficile trasferta infrasettimanale a Montecatini (giovedì sera), ma per questa sera solo applausi.

Ufficio Stampa Olimpo Basket Alba

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here