Serie A2: La rimonta naufraga sul più bello, e il Fanola cede ad Albino in overtime

70
0

Il Fanola San Martino lascia i due punti sul parquet di Albino, cedendo in overtime dopo una gara quasi sempre a inseguire, ma che nel finale aveva visto le giallonere recuperare ben 15 punti di scarto. La chance per la vittoria però non è andata a buon fine, e nel supplementare sono state le padrone di casa a spuntarla, e a centrare due punti importanti per la classifica.

A partire decisamente meglio è la formazione lombarda, già avanti 9-0 al 3′. Dopo una prima metà frazione di siccità, tuttavia, a sbloccare l’attacco giallonero è Amabiglia, che insieme a Pasa guida il rientro. All’8′ Beraldo firma anche il sorpasso sul 10-11, ma rimarrà l’unico vantaggio dell’incontro per le giallonere, anche perché il quarto si chiude con un altro 7-0 tutto firmato da Iannucci.

È un break che restituisce l’inerzia ad Albino. Nel secondo periodo le Lupe pagano delle percentuali fin troppo deficitarie dalla lunetta (7/16 a metà gara), e le padrone di casa ne approfittano per salire sul +13 con Silva (26-13 al 14′). Nonostante un tentativo di riscossa, all’intervallo lungo il Fanola è sotto 36-24.

In avvio di terzo quarto Albino trova il massimo vantaggio sul +15, con la solita Iannucci (40-25 al 23′). Ma non è affatto finita, perché le giallonere ci credono ancora e con le unghie e con i denti recuperano parte del gap. Nell’ultimo minuto è un minibreak di 4-0, firmato Guarise e Milani, a far ritrovare alle Lupe coraggio e il -6.

C’è di nuovo una partita: Baldi firma il -4 (44-40), poi Milani il -3 (46-43). Dall’altra parte Bonvecchio risponde con due canestri in fila che restituiscono il 52-43 (35′), ma San Martino non vuole mollare: Pasa e Amabiglia guidano le Lupe al 52-51 quando mancano 4′. Risponde ancora Bonvecchio, e a 1′ dalla fine Albino è avanti 55-51. Ma le emozioni non sono finite: va a segno Milani, e poi un recupero vale ad Amabiglia il pallone che il capitano trasforma nel canestro dell’agognato pareggio. In difesa le Lupe costringono le avversarie all’infrazione di 24″ e così hanno anche la palla della vittoria, ma il tentativo di Pasa non va, ed è supplementare.

Qui le padrone di casa partono subito con un 4-0, e il Fanola si ritrova di nuovo a inseguire. Stavolta però la benzina è agli sgoccioli, e la rimonta non riesce: è ancora Iannucci, già due volte top scorer di A2 e autrice di 25 punti, a produrre l’allungo decisivo che permette ad Albino di chiudere sul 70-60. Un vero peccato per le Lupe, a cui ora rimane solo la difficile gara casalinga con Moncalieri (sabato alle 20.30) per chiudere il 2018.

Fassi Albino – Fanola San Martino  70-60 d1ts

EDELWEISS ALBINO: Iannucci 25, M. Birolini, Agazzi, Silva 8, Panseri 4, Bonvecchio 16, G. Birolini 1, Gionchilie ne, Valente 5, Pintossi 11, Peracchi. All. Stibiel.

LUPE SAN MARTINO: Guarise 5, Beraldo 6, Amabiglia 12, Coccato ne, Nezaj, Boaretto 1, Milani 16, Profaiser, Rosignoli, Baldi 6, Pasa 14. All. Valentini.

ARBITRI: Marzo di Lecce e Lillo di Brindisi.

PARZIALI: 17-11, 36-24, 44-38, 55-55.

NOTE: Uscite per 5 falli: Valente (36′), Panseri (36′), G. Birolini (43′), Amabiglia (43′), Bonvecchio (44′). Tiri da due: Albino 23/47, San Martino 16/46. Tiri da tre: Albino 1/9, San Martino 3/18. Tiri liberi: Albino 21/27, San Martino 19/33.

Ufficio Stampa Lupebasket

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here