Quasi un mese di duro lavoro per i gialloblu di coach Ragusa, nonostante le problematiche legate agli impianti cittadini. La fase di preparazione – esordisce il tecnico, dal punto di vista dei carichi di lavoro e nonostante qualche problemino fisico mi ha soddisfatto.

E’ difficile dare un giudizio sul lavoro svolto con sole due amichevoli in background. La prima disputata con dieci giorni di preparazione ha evidenziato uno stato di forma che potrei definire “normale”. Le problematiche e le costrizioni di un campo che è davvero troppo piccolo per noi ci stanno penalizzando molto.

In questo momento abbiamo bisogno ancora di conoscerci e di giocare il più possibile insieme. Adesso stiamo smaltendo i carichi di lavoro, le gambe iniziano a girare un pò di più e speriamo di recuperare tutti i ragazzi che a turno hanno subito piccoli problemi. La superficie non ci aiuta ma dobbiamo imparare a gestire questa fase di emergenza auspicando una rapida riapertura dello Sparti.

Domani test amichevole a Catanzaro contro una diretta concorrente del girone C, ci servirà per capire a che punto siamo e dove possiamo arrivare a soli dieci giorni dall’esordio in campionato.

Ufficio Stampa Basket Lamezia

Articolo precedenteOriOra Pistoia, presentato Dominique Johnson
Articolo successivoUna Di Pinto Panifici incerottata regola Manfredonia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here