L’Assigeco Piacenza vuole dimenticare in fretta il secondo stop consecutivo patito per mano di Jesi apprestandosi ad affrontare una diretta rivale come l’Andrea Costa Imola per provare a strappare, davanti al pubblico amico, quelli che sarebbero due punti fondamentali.

La squadra di Di Paolantonio è reduce dalla sconfitta per 90-79 nel derby contro la Fortitudo e, cosa peggiore, capitan Patricio Prato, un’istituzione per la società biancorossa, è uscito dal PalaDozza con una lesione parziale del crociato anteriore che lo costringerà ai box.

Anche senza il suo capitano, Imola resta comunque una squadra pericolosa e ricca di giocatori navigati per la categoria come l’ex Biella Tim Bowers, Robert Fultz ed Emanuele Rossi, tutti classe ‘82, Nicholas Crow, protagonista di un secondo posto in Regular Season nella passata stagione con la casacca di Scafati. Da non dimenticare poi l’ex Latina B.J. Raymond che ha già dimostrato di potersi far sentire dentro e fuori dall’area grazie alla sua fisicità ed alla sua tecnica.

I giovani Simioni, Wiltshire, Ndaw e Montanari completano una rosa di tutto rispetto mentre Mattia Magrini, classe ’93, è alla sua prima stagione in Serie A2 dopo le buonissime annate disputate in Serie B.

I ROSTER

Assigeco Piacenza: 0 Diouf, 2 Montanari, 3 Bossi, 6 Ogide, 7 Jelic, 9 Formenti, 10 Antelli, 13 Graziani, 14 Piccoli, 15 Ihedioha, 21 Turini, 23 Murry, 43 Sabatini, 51 Vangelov. Allenatore: Ceccarelli.

Le Naturelle Andrea Costa Imola: 3 Ndaw, 4 Montanri, 5 Crow, 7 Wiltshire, 9 Fultz, 11 Calabrese, 12 Prato, 15 Bowers, 17 Rossi, 27 Simioni, 42 Raymond, 99 Magrini.
Allenatore: Di Paolantonio.

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Coach Gabriele Ceccarelli: “Ci avviciniamo a questa partita sapendo che per noi l’unico risultato possibile è la vittoria dopo le due sconfitte nelle prime due giornate. Vogliamo riproporre la stessa prestazione messa in campo con Ravenna e non quella opaca di Jesi sapendo che però di fronte avremo una squadra di altissimo livello visto che ha battuto una delle pretendenti alla promozione come Udine e ha dato del filo da torcere alla Fortitudo Bologna in casa loro. Imola è una squadra esperta con americani di altissimo livello e italiani come Fultz, Crow e Lele Rossi di spessore e di talento e giovani interessanti come Montanari, Simioni e Magrini. Logicamente la costruzione delle due squadre è completamente diversa e l’essere sfavoriti non deve essere una pressione ma soltanto una motivazione in più per riscattarci e per prenderci i primi due punti di questa stagione”

Michele Antelli: “Imola è un’ottima squadra con giocatori molto esperti quindi in netto contrasto al tipo di squadra che siamo noi. Dovremo essere aggressivi e bravi a trasformare questa caratteristica in vantaggio. Se evitiamo errori banali e seguiamo al meglio il piano partita li metteremo in grande difficoltà come abbiamo fatto con Ravenna. Sarà una partita fondamentale per noi. Da domenica rinizia la nostra stagione, nuovamente davanti al nostro pubblico”.

Ufficio Stampa Assigeco Piacenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here