Ricomincia dal PalaPoli di Molfetta il percorso interno in B della Tecnoswitch Ruvo. L’inizio è di quelli intensi: dall’inno di Mameli al minuto di applausi in ricordo della piccola Sveva e in sostegno di tutti coloro che lottano con le sfide che la vita propone.

Poi spazio al basket giocato e alla sfida con Scauri. Tanti giovani talentuosi tra i laziali, l’ossatura ruvese è data dai soliti noti. L’allungo iniziale è targato Bonfiglio-Laquintana, un asse sul quale Ruvo trova la strada per il +9 (14-5). Dalla panca coach Patella trova sostanza con Dushi per dar man forte ai lunghi ruvesi. Scauri ci mette un po’ di tempo a carburare, mentre Laquintana scalda le mani e chiude sul + 7 il primo quarto dei ruvesi (23-16 al 10’).

C’è una buona affluenza di pubblico sugli spalti: malgrado il sabato sera, Ruvo risponde all’appello della società. I biancoazzurri in campo li ripagono con una buona pallacanestro che vive delle palle recuperate di Bertocco (43-26 al 20’). Dall’intervallo laziali più tonici e vivaci: Artuso guida la rimonta che si concretizza in un “amen”: l’intelligenza tattica di Murri, la spavalderia dell’ottimo Lucarelli, la sostanza di Stanzani sotto le plance. Ruvo non si scuote e la squadra di coach Masini ricuce lo strappo. Ippedico tiene in vita la baracca ridando ossigeno alla Tecnoswitch sul finire del terzo quarto, 67-61.

Nell’ultimo periodo la gara si sviluppa sui binari dell’equilibrio: lo spettacolo non decolla, ma le emozioni fioccano. Datuowei e Artuso ricuciono lo strappo, mentre si impalma in attacco la formazione biancoazzurra. Poi due triple in fila di Laquintana e Bertocco sembrano essere al 33’ la soluzione definitiva alla serata, ma la realtà è ben diversa. Scauri ha energia da vendere e trova le giuste spaziature in attacco (73-70 al 34’). Bonfiglio segna ma non basta, Lucarelli prima e Albertini poi ribaltano il parziale 76-77 al 36’33’’: è il primo vantaggio ospite significativo della serata. La salvezza ruvese si chiama Di Salvia prima, Laquintana poi. Sul 78-82, Scauri accarezza il sogno della vittoria: ma nell’ultimo minuto si scatena l’8: bomba del -1, fallo subito e 2/2 dalla lunetta. Come se il tempo non fosse mai passato: Ruvo vince, mentre a Scauri vanno gli elogi.

TECNOSWITCH RUVO DI PUGLIA – BASKET SCAURI 83-82
Parziali:(23-16, 43-26, 67-61)

TECNOSWITCH: Dushi 2, Ippedico 8, Laquintana 32, Bini 4, Bertocco 17, Di Salvia 2, Ippedico, Ochoa 10, Eremita n.e., Bonfiglio 8, Barnaba. Coach Patella

SCAURI: Chessari 2, Lucarelli 17, Artuso 18, Datuowei 4, Albertini 18, Murri 7, Treglia, Werlich 3, Stanzani 11, Tartamella 2, Diouf. Coach Masini

 

Ufficio Stampa Talos Basket Ruvo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here