Dopo il prolungamento del “Cigno” Michele Antonutti, siamo a comunicare con grande soddisfazione un altro importante rinnovo, quello del vicecapitano Vittorio Nobile, che si lega alla nostra società per le prossime tre stagioni sportive.

Si riparte da un giovane friulano, classe 95, che veste il bianconero dalla stagione della promozione in Serie A2 (2015-16). Quattro campionati vissuti in bianconero, intervallati da una stagione in prestito a Reggio Calabria (2018-19) per la guardia di Basiliano, che dunque abbraccia il progetto di Boniciolli.

Proprio il coach triestino ha chiesto con grande determinazione la riconferma del numero 22, che non ha saputo resistere.“Per me la maglia dell’APU è una seconda pelle e facevo veramente fatica a immaginarmi di giocare altrove. So di godere della stima di Boniciolli, che mi ha sempre visto con un occhio di riguardo. Non vedo l’ora di riprendere l’attività sia perché questa pausa, causa Coronavirus, è stata lunghissima sia perché lavorerò con un allenatore carismatico, che ha grande reputazione di me. Magari è arrivato l’anno giusto in cui posso dimostrare le mie potenzialità: è tutto nelle mie mani e spero finalmente di fare il salto di qualità che mi permetta di essere un giocatore importante di Serie A2”.

Proprio contro la Fortitudo di Boniciolli, Nobile ha sfoderato la sua miglior prestazione in carriera, scrivendo a referto 22 punti nella serata del 12 gennaio 2018 al PalaDozza di Bologna.

La nostra volontà di riconfermare “Vito” ha collimato alla perfezione con quella del giocatore, rimasto affascinato dal nuovo progetto tecnico, spiega il presidente Alessandro Pedone -. Stiamo ricostruendo l’ossatura della squadra con radici territoriali molto forti. Il mercato offre tante soluzioni in questo momento, ma per noi era importante ripartire da determinati capisaldi e uno di questi era Nobile. Il ragazzo ormai ha completato il percorso di crescita ed è diventato un giocatore che vale questa categoria. E’ legato al territorio, è un bravo ragazzo e qui tutti gli vogliono bene. Il prossimo anno avrà un’importante chance per dimostrare di che pasta è fatto”.

Ufficio Stampa APU Udine                                                                                                        credit foto Lodolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here