Il commento del presidente Alessandro Pedone in merito allo stop definitivo del campionato di Serie A2: “Purtroppo era ormai inevitabile che andasse a finire così, credo che le istituzioni del basket abbiano preso la decisione più giusta ed anche la più sofferta. La crisi sanitaria che attanaglia il nostro Paese e il mondo intero ci obbliga a fermarci, per il bene di tutti. Per noi il rammarico è grande perché avevamo allestito un roster competitivo e affiatato quest’anno, che poteva regalare ancora tante soddisfazioni a tutta l’apumania.

La squadra sembrava aver trovato il ritmo giusto in vista del gran finale, ma adesso è inutile fare questi ragionamenti ed è corretto allinearsi a quanto deciso dalla Federazione, che ha stabilito che non ci sono più i margini per ipotizzare una prosecuzione dell’attività. Prendiamo atto di quanto era nell’aria già da tempo e ci rimbocchiamo le maniche per gestire un presente pieno di difficoltà e un futuro, al momento, ricco di incognite. Sarà compito della Federazione e delle istituzioni sportive assumere le giuste decisioni, per garantire un futuro solido al nostro movimento, in grado di attrarre investitori desiderosi di continuare a fare impresa anche nello sport in generale e nel basket nello specifico.

Mi auguro che siano previsti interventi programmatici di sostegno serio e a lungo respiro, vorrei che in questo momento la federazione e il CONI dessero un forte aiuto a tutte le società, perché ci si ripresenti tutti e al completo, intendo tutte le società anche e soprattutto quelle con budget inferiori al nostro o che già versavano in situazioni di precarietà, pronti agli impegni della prossima stagione. Una stagione che mi auguro con tutto il cuore di poter disputare stretti al nostro amato pubblico, in una normalità ritrovata. Un abbraccio a tutti, teniamo duro”.

 

Ufficio Stampa APU Udine

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here