Il 3 luglio 1999 è una data che tutti gli appassionati di basket non possono dimenticare. Vent’anni fa, infatti, l’Italia è salita sul trono d’Europa vincendo per la seconda volta nella storia (la prima fu nel 1983 a Nantes).

Parigi, 3 luglio 1999: l’Italia conquista l’Oro Europeo

Quello della conquista dell’Oro Europeo a Parigi del 3 luglio 1999 fu un vero capolavoro. Era la Nazionale guidata da un grande condottiero, Bogdan Tanjevic, e composta da giocatori che sono rimasti e rimangono impressi nella memoria, i mostri sacri del basket italiano.

Parliamo di giocatori del calibro di Andrea Meneghin, Carlton Myers, Gregor Fucka (MVP del Torneo), Roberto Chiacig, Denis Marconato, Alessandro Abbio, Gianluca Basile, Davide Bonora, Jack Galanda, Sandro De Pol, Michele Mian e Marcelo Damiao tutti lì pronti a dare l’anima.

Prima Nantes e poi Parigi, le vittorie che non si dimenticano

Questa volta è a Parigi che gli azzurri conquistano l’Oro attraversando un percorso che si è concluso con una finale dominata sulla Spagna, una perfetta difesa e la stellare doppia doppia di un Gregor Fucka che è anche stato nominato MVP del torneo Continentale.

In quella magica estate del 1999 sono davvero molte le partite da ricordare, ma il vero capolavoro è stata la semifinale quando la Nazionale è riuscita ad eliminare una squadra che pareva imbattibile, con un talento a dir poco strepitoso e con giocatori del livello di Danilovic, Divac e Bodiroga: la Jugoslavia.

Ma non è possibile scordare il +23 sulla Russia come anche le vittorie sofferte con Turchia e Bosnia nella prima fase quando c’era il pericolo di ritornare immediatamente a casa. E da lì la squadra è diventata compatta, crescendo partita dopo partita fino ad arrivare a toccare il tetto d’Europa.

Articolo precedenteLa Reale Mutua Basket Torino completa la cabina di regia con Andrea Traini
Articolo successivoA2F: la Akronos Moncalieri conferma Ilenia Cordola
Web editor e copywriter freelance

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here