Home » Eventi » Stati Uniti campioni del mondo per la terza volta di fila, serata no per Cambage

Stati Uniti campioni del mondo per la terza volta di fila, serata no per Cambage

283
0
Brittney Griner a canestro nella finale vinta dagli USA contro l'Australia

Gli Stati Uniti vengono incoronati campioni del mondo per la terza volta consecutiva, la decima in assoluto, dopo aver battuto l’Australia nella finale della Coppa del Mondo di Pallacanestro femminile FIBA ​​2018.

Alla presenza del presidente della FIBA ​​Horacio Muratore e di Sua Maestà la regina Letizia di Spagna, gli Stati Uniti hanno battuto le “Opals” 73-56 nell’ultimo atto della manifestazione iridata, guadagnandosi di fatto anche l’accesso alla fase finale dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

L’Australia, campione del mondo 2006 giocava la prima finale da quel trionfo di 12 anni prima. Gli Stati Uniti, campioni del mondo nel 2010 e 2014, hanno iniziato molto bene la gara segnando i primi 10 punti della partita mantenendo sempre la mani sul match ed incrementando il vantaggio costantemente. L’Australia dopo un’avvio in sofferenza è riuscita a ricucire lo svantaggio nella prima frazione (15-20) e rimanere a contatto nel punteggio all’intervallo (27-35) dando però l’impressione di non essere mai dentro la gara dal punto di vista del gioco. Nel terzo quarto le statunitensi operano l’allungo decisivo (11-26) e mettono di fatto la parola fine sulla gara, riuscendo a controllare agevolmente fino al fischio finale. Breanna Stewart è stata una delle luci migliori per gli Stati Uniti con 10 punti e 8 rimbalzi , mentre Brittney Griner ha giocato una partita solida in difesa annullando la pericolosa Liz Cambage e mettendo a referto 15 punti. Prestazione che è valsa alla Griner anche il riconoscimento come MVP della finale.

Breanna Stewart è stata premiata, per il suo eccezionale rendimento nel torneo, con il TISSOT MVP ed ancora inserita nel quintetto ideale dei Mondiali 2018 insieme alla compagna di squadra Diana Taurasi, ad Emma Meesseman del Belgio, a Liz Cambage dell’Australia ed alla padrona di casa Astou Ndour della Spagna.

Australia – Stati Uniti  56-73
Parziali: (15-20,12-15,11-26,18-12)

Australia: O’Hea 6, Talbot 4, Madgen 4, Cambage 7, Allen 2, Ebzery 6, Smith 10, Bunton 5, Magdegor 6, Lavey 3, George 0, Whitcomb 3.
Allenatore: Sandy Brondello

Stati Uniti: Loyd 9, Plum 2, Bird 6, Clarendon 2, Tuck 2, Wilson 2, Stewart 10, Delle Donne 2, Taurasi 13, Ogwumike 4, Charles 6, Griner 15.
Allenatore: Dawn Staley

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here