Turno interlocutorio per quanto riguarda le prime posizioni con la capolista Efes Istanbul che vince ben più comodamente del +7 finale a Belgrado contro la Stella Rossa e mantiene lo stesso vantaggio sul terzetto di seconde formato da CSKA Mosca, Real Madrid e Barcellona. L’Armani Exchange Milano rimonta da -20 e batte di misura il Bayern Monaco tornando al successo dopo tre ko consecutivi.

La capolista Efes Istanbul coglie in quel di Belgrado la settima vittoria consecutiva e lo fa in maniera molto convincente dominando la prima parte di gara (+21 all’intervallo) e poi gestendo comodamente la reazione comunque positiva della Stella Rossa che arriva anche sul -6 a poco più di un minuto dalla fine senza però mai realmente impensierire i turchi anche questa volta trascinati dal solito Shane Larkin, autore di 24 punti (5/9 da tre)

In seconda posizione si conferma il terzetto formato da CSKA Mosca, Real Madrid e Barcellona. I russi si aggiudicano in trasferta il derby moscovita contro il Khimki allungando sino al +21 nel corso del terzo periodo e gestendo facilmente poi il vantaggio con Mike James (21) e Johannes Voigtmann (15+14r) in grande evidenza. Il compito più arduo in questa giornata toccava sicuramente ai blancos di coach Pablo Laso i quali interrompono la striscia di tre sconfitte consecutive andando ad espugnare il caldissimo parquet di Tel Aviv nella sfida d’alta quota contro il Maccabi. La gara è rimasta in equilibrio fino alla parte conclusiva del terzo quarto quando il Real è riuscito a portarsi in doppia cifra di vantaggio per poi tenere sino alla sirena finale con un Anthony Randolph da 19 punti con 6/9 dal campo. D’altra parte primo ko interno stagionale per gli israeliani nonostante un ottimo Scottie Wilbekin (21) top scorer del match. Il Barcellona infine non ha alcun problema a battere lo Zenit San Pietroburgo comandando la sfida sin dai primi minuti e chiudendola di fatto già al 18′ quando si è trovato sul +22. Nelle fila dei blaugrana spiccano le prestazioni di Kyle Kuric (21 con 5/6 da tre) e Malcolm Delaney (21).

Il Valencia prosegue la propria risalita fermando a tre la striscia di successi consecutivi del Panathinaikos. Gli spagnoli comandano anche abbastanza facilmente le operazioni volando sul +16 alla fine del terzo quarto ma nell’ultimo tempino i greci recuperano e impattano a tre minuti dalla fine prima del decisivo parziale di 12-5 firmato in particolare da Bojan Dubljevic (19 con 8/9 da due) che consente alla formazione di coach Jaume Ponsarnau di ottenere una affermazione che le consente di mantenersi saldamente in zona playoff. Nelle fila degli ospiti da sottolineare i 22 punti e 10 rimbalzi di Nick Calathes e i 21 punti di Tyrese Rice.

Vittoria di importanza fondamentale per proseguire la corsa per un posto nella postseason anche per l’Armani Exchange Milano che supera il Bayern Monaco in un match che ha visto i tedeschi portarsi anche sul +20 alla metà del terzo periodo prima della rimonta della formazione di coach Ettore Messina concretizzatasi con un 3/4 dalla lunetta di Nemanja Nedovic che ha operato il sorpasso a pochi secondi dal termine. Miglior realizzatore per Milano, che interrompe la serie di tre sconfitte consecutive, è Vladimir Micov con 16 punti messi a segno.

A stretto contatto con le prime otto rimane il Fenerbahce che resta sotto per tre quarti e mezzo sul parquet di Berlino contro l’Alba ma riesce nel finale a portarsi avanti ed a conservare con maggiore esperienza e lucidità il vantaggio sino alla sirena finale con Kostas Sloukas (16 con 7/10 dal campo) e Luigi Datome (15 con 6/8 dal campo) grandi protagonisti.

Nelle restanti due gare di questo turno si impongono, continuando a sperare di poter raggiungere la zona playoff, l’Olympiakos e lo Zalgiris Kaunas. I greci superano con assoluta autorevolezza il Baskonia con 19 punti di Augustine Rubit (19 con 7/10 dal campo) mentre i lituani acuiscono la crisi dell’ASVEL Villeurbanne, alla sesta sconfitta di fila, andando a vincere nel finale in Francia grazie ad un parziale di 0-6 negli ultimi trenta secondi ed alla ottima prova di Lukas Lekavicius (21 con 9/14 dal campo).

RISULTATI

Khimki Mosca – CSKA Mosca  69-78
Alba Berlino – Fenerbahce  70-74
Olympiakos – Baskonia  80-70
Maccabi Tel Aviv – Real Madrid  77-81
ASVEL Villeurbanne – Zalgiris Kaunas  74-79
Barcellona – Zenit San Pietroburgo  90-72
Armani Exchange Milano – Bayern Monaco  79-78
Stella Rossa Belgrado – Efes Istanbul  78-85
Valencia – Panathinaikos  94-87

CLASSIFICA

Efes Istanbul 19-3, CSKA Mosca 16-6, Real Madrid 16-6, Barcellona 16-6, Maccabi Tel Aviv 14-8, Panathinaikos 13-9, Valencia 11-11, Armani Exchange Milano 11-11, Fenerbahce 10-12, Stella Rossa Belgrado 9-13, Khimki Mosca 9-13, Olympiakos 9-13, Baskonia 8-14, ASVEL Villeurbanne 8-14, Zalgiris Kaunas 8-14, Alba Berlino 7-15, Zenit San Pietroburgo 7-15, Bayern Monaco 7-15.

Articolo precedenteSerie B: La Frata “Andrea Pasca” Nardò piazza il colpo Georgi Sirakov
Articolo successivoSerie C Silver: E3Energy Basket Todi ingaggia Gatluak “Mike” Thiep
Simone Franco, classe '79, appassionato di tutti gli sport in particolare del meraviglioso gioco della pallacanestro dalle categorie minori alla NBA. Scrivo liberamente fin da ragazzo e da qualche anno ho realizzato il mio sogno di poter condividere con gli altri le emozioni che regala una partita di basket ed ora sono entusiasta di poterlo fare anche attraverso Basketworldlife.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here