Vittoria di carattere per i Tigers. Al Carisport battuta Cremona 86-72

120
0

Chi vuole arrivare in alto deve saper soffrire. Chi vuole arrivare in alto deve poter contare sul calore del proprio pubblico nei momenti topici della partita. Chi vuole arrivare in alto deve saper trovare ogni volta un protagonista diverso. Tutti ingredienti, questi, che al Carisport, contro una Cremona mai doma, non sono mancati. Sugli scudi uno stellare Andrea Dagnello che sfodera il ventello grazie ad un netto 5/5 da 3 ed un complessivo 6/7 dal campo. Con lui ottimo anche De Fabritiis che inanella 16 punti, 6 su 8 dal campo, ma soprattutto ottima la prestazione di squadra davanti ad un avversario abile nel chiudere le linee di passaggio e soprattutto difficile da leggere per la difesa cesenate.

Partita ben più complicata per i Tigers Cesena di quanto il risultato finale non dica. L’attacco cremonese non offre alcun punto di riferimento e la pallacanestro messa in campo da coach Brotto, orfano di Rodolfo Valenti, è un monocorde tiro da tre punti. Saranno 38 le bombe sganciate dai lombardi a fine partita. Davanti ad un tema tattico di questo tipo, il 44 – 34 non può offrire le dovute garanzie a Cesena che infatti soffre dannatamente nel trzo quarto sotto la gragnuole di bombe sganciate dalla Juvi Cremona. Il parziale di 12 -25 della terza frazione di gioco rimette di fatto tutto in discussione e soprattutto vede gli juvini mettere la testa avanti.

Cesena incassa come un pugile sul ring e all’inizio dell’ultimo quarto uno splendido Carisport accende la miccia. Di colpo Cremona si spegne. Le polveri si bagnano. Cesena si mette invece in ritmo. Una tripla di Dagnello segna il parziale di 11 – 3 con il quale i Tigers invertono l’inerzia della partita. Ma Cremona non molla e a 6’04’’ dal Gong una sbavatura difensiva dei padroni di casa spalanca a Bona la strada del -2: 70-68. De Fabritiis risponde dall’arco ed il Carisport è un’autentica bolgia. Al girdo di “Tigers – Tigers” la formazione cesenate plaude all’accademico gioco spalle a canestro di Brkic che a 5’13’’ vale 72 – 68, ma Esposito non sbaglia da 3 e la partita non ha ancora un padrone. Per poco però, perché Cremona segnerà appena un punto prima di soccombere sotto la sfuriata delle tigri griffata Dagnello – De Fabritiis. A 2’41’’ De Fabritiis si procura uno sfondamento. Dall’altro lato del campo Dagnello inchioda la tripla del + 11 a 2’11’’ e a seguire Matteo Battisti mette la bomba della staffa che vale l’85 – 72 a spiccioli dalla sirena.

Una vittoria di carattere. Una vittoria corroborata dagli oltre 700 del Carisport in costante crescita, alla prima partita domenicale. Un buon viatico per la trasferta di Faenza che metterà in palio l’aggancio all’invincibile squadra manfreda.

Tigers Cesena – Juvi Cremona 86 – 72  (23-16; 21-18; 12-25; 30-13)

Tigers Cesena: Ferraro, Dagnello 20, Trapani 11, Rossi, Battisti 4, Papa 8, De Fabritiis 16, Raschi 7, Puntolini NE, Poggi NE, Sacchettini 8, Brkic 12. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Roberto Villani

Juvi Cremona: Bona 17, Manini 6, Ababacar 4, Belloni, Vacchelli, Veronesi 13, Esposito 20, Sipala 3, Speronello 9, Contini NE, Valenti NE. All.: Pierluigi Brotto. Ass.: Aldo Panena.

Ufficio Stampa Tigers Cesena

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here