Sabato 7 dicembre si è aperto il primo torneo di Sant’Ambrogio organizzato dalla squadra Maxibasket Donne Milano. Inizio non puntuale per ritardo del volo da Bari con il primo incontro tra Overbari e Maxibasket Donne Milano che ha visto la compagine meneghina conquistare la finale per il primo posto, complice sicuramente anche la stanchezza delle ragazze pugliesi in piedi dalle 4 del mattino.

Subito dopo, si sono incontrate le squadre di Venezia e di Pesaro/Bologna, con una vittoria sul filo di lana delle venete, più giovani delle marchigiane/emiliane che a loro volta hanno commesso qualche errore di troppo al tiro presentando una squadra rimaneggiata rispetto a quella che ha partecipato agli europei di Maribor del 2018.

Bella e combattuta la competizione del Baskin anch’essa terminata con una differenza minima di punteggio tra le due squadre di Rho e Monza, che ha mostrato come lo sport sano possa portare avanti dei valori importanti, possa mettere su uno stesso campo persone “diverse”, unite tutte dal desiderio di stare insieme, di giocare, di divertirsi, di rispettarsi e di insegnare anche a chi è sugli spalti che cosa voglia davvero dire rispettare il prossimo, qualunque aspetto abbia, qualunque caratteristica presenti, in qualunque situazione si trovi.

Piacevole serata di sabato a cena tutti insieme, con gioco della tombola e balli anni 80-90 fino a tarda ora.

La giornata di domenica

Domenica di nuovo tutte pronte, iniziando con partita tra Highlander e OverBari che ha visto la vittoria decisa delle marchigiane/bolognesi.

A seguire scontro tra due compagini maschili del maxi basket Milano con la straordinaria partecipazione di tre super giocatori (Carera, Cefis e Invernizzi della nazionale master): vittoria per un soffio dopo una sudata rimonta della squadra bianca.

E per concludere la due giorni di basket, finale per il primo posto tra le Spritz venete e il Maxibasket Donne Milano. Partita iniziata con aggressività, buone soluzioni d’attacco e buona difesa delle milanesi che vengono però raggiunte e superate dalle avversarie dopo un cambio di difesa, qualche errore e difficoltà a gestire il cambio di ritmo delle avversarie. Le due squadre hanno lottato su ogni pallone fino all’ultimo secondo con il risultato finale a favore delle meneghine che hanno così finalmente vinto il loro primo torneo.

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alla organizzazione, al pubblico caloroso, soprattutto nella finale, alle squadre che hanno accettato l’invito a cimentarsi in questa avventura, agli arbitri, agli ospiti d’onore e tanti complimenti a tutte noi che nonostante il lavoro, gli impegni familiari, le difficoltà ci troviamo ogni sabato ad allenarci sotto la guida attenta di due persone davvero preziose senza le quali non saremmo riuscite a raggiungere questo obiettivo, Ernesto Faggioli e Paola Contu.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here