Si spengono le luci del Palazzetto di Chianciano, dopo una tre giorni di basket di gran livello che ha visto sul parquet i giocatori di sette squadre che rappresentano ormai una base consolidata del mondo del Maxibasket: Bologna, Genova, Jesi, Livorno, Prato, Roma, oltre alla squadra che ha organizzato ed ospitato il torneo, Castiglione del Lago.

Per motivi organizzativi, i padroni di casa hanno scelto di dividersi nelle altre squadre, segno del legame soprattutto di amicizia che unisce queste realtà. E così il torneo si è giocato con formula all’italiana nell’arco delle giornate di sabato e domenica e si è concluso con tre finali nella giornata di lunedì 31 ottobre. Quest’anno ha vinto la squadra di Prato ma le altre squadre hanno dimostrato tutte un buon gioco e il pubblico non si è certo potuto annoiare.

Soddisfatti gli organizzatori, Paolo Maltinti e Max Jovane, soprattutto per il ritorno che l’evento ha avuto con la partecipazione di molti atleti da ogni angolo d’Italia.

Grandi nomi del Maxibasket italiano erano presenti a Chianciano, tra cui i campioni over 50-55-60 ai recenti Europei di Malaga 2022 (Marco Tirel, Roberto Giani, Eduardo Mazzella, Alejandro Gomez, Luca Magni, Tommaso Giannini, Massimiliano Jovane, …); graditissimo ospite Andrea Cessel.

Un segno tangibile del sodalizio esistente tra Lega Italiana Maxibasket (LMB) e FIMBA e del livello che il Torneo dei Santi ha ormai raggiunto. Un buon auspicio per l’edizione 2023 che, con gli auguri di Beppe Ponzoni, promotore da molti anni di tutto il movimento del Maxibasket sia a livello nazionale che internazionale, sarà sicuramente un’edizione memorabile con più squadre, più eventi associati al torneo.

A gestire le competizioni la folta squadra di arbitri capitanata da Marcello Reatto, un vero amico oltre che arbitro di esperienza, che ormai ci accompagna in tutte le nostre avventure.

Tanto sport, tanto divertimento e soprattutto tanta amicizia. Perché quello che propone la Lega Italiana Maxibasket è proprio questo: un mix di attività e di iniziative secondo una ricetta ormai collaudata all’insegna della pallacanestro e non solo.  E così il “terzo tempo” diventa parte fondamentale del torneo, che in questa parte d’Italia si concretizza in cene, terme, escursioni, shopping, visite culturali.

Un sentito grazie all’amico Savino Paolella che con i suoi scatti ha saputo cogliere i momenti più belli del torneo. Si ringraziano anche il Comune di Chianciano e i gestori del Palazzetto dello Sport di Chianciano per la disponibilità e l’attenzione data affinché l’evento potesse riuscire nel migliore dei modi.

E chiudiamo potendo tranquillamente affermare che siamo solo agli inizi di un’avventura, quella di LMB, che ha tutte le premesse per fare grandi cose per i promotori, per gli atleti, per lo sport della pallacanestro master in generale.

Photocredits: Savino Paolella

Articolo precedenteC Gold Lazio: Ferentino cala il tris. Battuta Civitavecchia 75-55
Articolo successivoGevi Napoli Basket: terminato il contratto con Dimitrios Agravanis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here