Trasferta senza i due punti per la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro nel posticipo della 3.a giornata di Serie A che al PalaDozza va ai padroni di casa della Fortitudo Kigili Bologna per 87-66.

Coach Aza Petrovic manda in quintetto Larson, Sanford, Demetrio, Delfino e Jones. Coach Martino si affida ad Ashley, Gudmundsson, Aradori, Benzing e Baldasso.

I primi punti del match li firmano Benzing da tre e Baldasso mentre la prima tripla della serata pesarese è di Larson. Gudmunsson fa 2/2 dalla lunetta, Benzing mette a segno la bomba del 10-3, poi Demetrio è autore di una bella azione personale che conclude con una grande schiacciata. Dai 6.75 Delfino è una garanzia e sulla sirena dei 24 secondi realizza il -2 biancorosso al 6′. Jones sfrutta al meglio l’assist in aria di Sanford e regala a tutto il PalaDozza una schiacciata da record. Benzing e Moretti vanno a segno dalla lunga distanza. Totè in post basso firma il canestro del 20-15 con cui termina il primo quarto.

Il secondo periodo si apre con i due punti di Tambone e con la tripla di Zanotti che vale la parità a quota 20. Richardson riporta avanti i bolognesi ma Simone in schiacciata regala il 22-22 alla Vuelle. La Fortitudo Kigili grazie a un break di 6-0 va sul 30-24, coach Petrovic chiama timeout al 17′. Benzing e Larson piazzano le bombe del 33-29, Jones dalla lunetta fa 1/2. Il primo tempo si conclude con la tripla non realizzata da capitan Delfino che porta le due squadre negli spogliatoi con la Fortitudo Kigili avanti 37-30.

Al rientro sul parquet a sbloccare il punteggio è il canestro di Delfino per il -5 Carpegna Prosciutto Basket Pesaro. Carlos piazza una bomba eccezionale subendo anche il fallo di Ashley: il break di 6-0 firmato dal capitano riporta i biancorossi a -1. Il numero 0 biancoblu e Aradori firmano il nuovo allungo bolognese: coach Petrovic chiama timeout a 6’51” dalla terza sirena sul 43-36. Baldasso commette fallo e poi viene sanzionato anche con un tecnico: Delfino dalla lunetta non sbaglia, Jones da sotto vale il -4. Ashley e Jones danno spettacolo in schiacciata, Gudmundsson dall’arco realizza il 48-41. Moretti commette fallo antisportivo ai danni di Aradori che fa 2/2, il numero 3 biancoblu mette a segno il canestro del 52-41 subendo anche il fallo di Jones. Moretti accorcia con due tiri liberi, Totè schiaccia per il 56-46. Il terzo quarto termina con il canestro di Richardson e l’errore di Larson: al 30′ il tabellone è sul 58-46 in favore della Fortitudo Kigili Bologna.

Gli ultimi dieci minuti partono con la palla recuperata di Tambone e il successivo canestro del numero 15 pesarese. Drell piazza la prima tripla molto importante della sua serata per il -7 al 32′. La Fortitudo riallunga con un parziale di 5-0 per il 63-51; Matteo tiene vive le speranze di rientro grazie a un ottimo tiro da tre, imitato poco dopo da Sanford: coach Martino chiama timeout a 6’22” dalla fine per interrompere l’ottimo momento della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro. Benzing e Baldasso dalla lunga distanza non sbagliano: a 4’41” dal termine i biancoblu sono avanti 69-57. Timeout chiamato dalla panchina pesarese, Ashley e Benzing continuano a realizzare. Drell fa 2/3 ai liberi, Moretti va a segno dalla media distanza. A due minuti dalla fine il tabellone è sul 75-61. Il match si chiude con la tripla di Aradori che fissa il punteggio sull’87-66 per la Fortitudo Kigili Bologna.

Tra i biancorossi il miglior realizzatore di serata è Davide Moretti, autore di 13 punti.
Nella 4.a giornata di Serie A la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro tornerà sul parquet della Vitrifrigo Arena per la sfida in programma domenica 17 ottobre alle 16:30 contro la Bertram Derthona Tortona (con diretta streaming su Eurosport Player, Discovery+ e con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio Incontro Pesaro).

In sala stampa a fine match Coach Aza Petrovic commenta la gara disputata contro i bolognesi: “Faccio i complimenti alla Fortitudo per aver iniziato il match con l’approccio giusto, noi abbiamo commesso troppi errori, come ad esempio le troppe palle perse. Questa sconfitta è fatta di tanti piccoli dettagli che sono andati tutti in direzione della Fortitudo. Non siamo arrivati pronti mentalmente all’intensità messa in campo dai nostri avversari. Non penso che la partita di mercoledì abbia inciso sulla nostra prestazione di stasera in cui abbiamo invece pagato le 19 palle perse”.

FORTITUDO KIGILI BOLOGNA – CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO 87-66
(20-15; 37-30; 58-46)

FORTITUDO KIGILI BOLOGNA: Ashley 11, Gudmundsson 9, Aradori 13, Zedda, Procida, Benzing 23, Manna ne, Richardson 10, Baldasso 7, Totè 14 Coach: Martino
CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: Drell 7, Moretti 13, Tambone 7, Camara, Zanotti 5, Sanford 3, Larson 6, Demetrio 2, Delfino 12, Jones 11 Coach: Petrovi

Arbitri: Begnis, Borgioni, Dori

Ufficio Stampa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro

Articolo precedenteA2: Esordio casalingo con vittoria, la Tezenis mette ko Chieti 87-73
Articolo successivoSerie B: La Geko rimonta e scappa nella ripresa. Taranto sconfitta 97-76

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here