La battaglia del PalaVienna sorride alla Techfind San Salvatore, che si aggiudica il derby contro il CUS Cagliari (59-51 il finale) e sale a quota 8 punti in classifica. In un match contrassegnato da grande agonismo e intensità, le giallonere sono riuscite a mantenere i nervi saldi, e nel finale hanno piazzato l’affondo giusto guidate da Rosellini, top scorer con 18 punti. Decisiva anche la doppia-doppia di Cutrupi (15 punti e 13 rimbalzi), mentre è stato positivo il rientro di Zitkova che nell’ultimo quarto con Ljubenovic sono protagoniste di un duello dalla lunga distanza.

Nel dopogara le impressioni dei due coach:

Era una partita da vincere assolutamente – commenta coach Francesco Fiorettocome preventivabile la gara è stata nervosa e caratterizzata sia dalle difese dure che dalle percentuali non ottimali. Sono contento perché abbiamo saputo reagire a un inizio difficoltoso e tenere la gara sui giusti binari. Ci sono stati alcuni momenti critici in cui il CUS ha recuperato il gap, ma la squadra ha tenuto botta ed è riuscita a chiudere i giochi. È un segnale di crescita, perché in altre circostanze, forse, si sarebbe abbattuta lasciando campo all’avversario”.

Lo sforzo prodotto per ricucire il gap incassato nel secondo quarto non ci ha permesso di avere la necessaria lucidità nel finale – commenta coach Federico Xaxala stanchezza, a quel punto, ha recitato un ruolo decisivo, ma non potevo chiedere di più alla mia squadra. Voltiamo pagina e pensiamo al prossimo impegno, che purtroppo arriva già in infrasettimanale. Faremo il possibile per recuperare le energie in tempo, ma il mio è un gruppo che lotta fino alla fine e questo mi lascia ben sperare”.

Techfind San Salvatore Selargius – Cus Cagliari 59-51
Parziali: 13-18; 32-25; 38-38
Selargius: Rosellini 18, El Habbab, Cutrupi 15, Ceccarelli 2, Zitkova 13, Vargiu ne, Uda ne, Mura 2, Pandori 5, Pinna 4, Valenti, Demetrio Blecic. Allenatore Fioretto
Cus Cagliari: Puggioni 8, Caldaro 8, Saias 7, Prosperi 9, Ljubenovic 7, Aymerich ne, Martis ne, Striulli ne, Cecili 10, Niola 2, Gagliano, Piludu ne. Allenatore Xaxa

Arbitri: Mulas di Quartu Sant’Elena e Zara di Oristano

Articolo precedenteA2 femminile Sud: Patti sconfitta 85-72 a Ponte Buggianese. Esordio positivo per Botteghi
Articolo successivoDinamo Sassari: In cabina di regia arriva Gerald Robinson

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here