Leggi tutti i contenuti

Lo scorso weekend è stato aperto al pubblico un campo di pallacanestro all’aperto a Saunders Park (Brighton) completamente rinnovato dall’artista Lois O’Hara. Con oltre 100 persone presenti e il Venice Beach League e il Dunk Elite a disposizione per fornire lezioni e qualche competizione 3×3, questo campo ha già riscosso un enorme successo.

Saunders Park: colori audaci per celebrare la gioia

Creato in collaborazione con l’organizzazione statunitense Project Backboard e Basketball England, il coloratissimo lavoro pittorico del campo è stato progettato per portare positività alla comunità locale. “Questo campo era a malapena usato e aveva una tale atmosfera negativa“, ha affermato O’Hara. “Mi auguro che ora, grazie al fatto di aver riempito di colore, nuove linee e nuovi tabelloni, le persone possano essere incoraggiate a praticare questo sport ed essere coinvolte in modo positivo“.

Gli audaci colori sono stati scelti per celebrare la gioia, nella speranza di stimolare sia i giocatori professionisti che gli appassionati. Nonostante sia il primo del suo genere nel Regno Unito, negli ultimi anni i campi sportivi rinnovati sono cresciuti in tutto il mondo, il più famoso dei quali è il campo da basket psichedelico Duperré di Parigi.

Tutte le mie opere sono molto colorate, il mio stile molto fluido e pieno di movimento. Credo, infatti, si adatti alla perfezione al basket” ha aggiunto l’artista dichiarando, inoltre, di aver ha usato come fonte di ispirazione per il suo lavoro il proprio questo campo da basket nel centro di Parigi.

Saunders Park: la pallacanestro per tutti

Lois è venuto da noi circa un anno fa alla ricerca di supporto e consigli su come poter far decollare questo fantastico progetto“, ha dichiarato Peter Griffiths, Senior Delivery Manager di Basketball England. “Siamo stati in grado di offrire alcuni consigli e competenze, oltre a coinvolgere altri nostri partner, Dynamik Sports Floors and Sportserve, che hanno fornito input e suggerimenti davvero preziosi per il progetto“.

Il basket all’aperto è facilmente accessibile e non costa nulla se paragonato ad uno spazio interno. – ha aggiunto Peter Griffiths – Sarà spesso il primo posto in cui le persone andranno a provare a giocare a pallacanestro. Creare più campi come questo sarà in grado di avvicinare sempre più persone a questo sport“.

Articolo precedenteON Sharing Mens Sana fa sudare la OriOra Pistoia (74-88)
Articolo successivoPonzano, prove generali di A2 al Torneo di Vicenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here