L’amore e la passione per il basket passa anche attraverso la produzione di film, libri e documentari, che raccontano questo sport in ogni sua sfaccettatura. “Basketball a love story” è uno dei più famosi e celebri documentari girato lo scorso anno dal documentarista Dan Klores.

“Basketball: A love story”: il documentario firmato ESPN

Una produzione firmata ESPN, che è andata in onda ogni settimana in tv, per presentare la pallacanestro raccontata dai personaggi più celebri e famosi che hanno fatto la storia del basket. Si tratta di 20 ore di materiale, organizzato in 20 corti che raccolgono ben 165 interviste con i grandi campioni sia di ieri che di oggi, intenti a raccontare la loro storia ed il loro rapporto di amore con il basket.

Tanti i nomi dei player che hanno partecipato volentieri e con grande onore alla realizzazione del documentario, che si fa come vero e proprio ambasciatore di amore nei confronti della pallacanestro di tutti i tempi. Tra i nomi che spicco nella produzione, troviamo: Bob Cousy, LeBron James, Dr. J, Kevin Durant, Yao Ming, Stephen Curry, Magic Johnson, Bill Russell, Oscar Robertson, Larry Bird, Kobe Bryant, Chris Paul e tanti altri. Nomi non solo relativi al basket americano, ma anche alla pallacanestro a livello internazionale. Tutti, con la loro testimonianza hanno contribuito a dipingere un quadro davvero emozionante e toccante sulla pallacanestro, uno degli sport più amati al mondo.

In basket sotto ogni punto di vista

Il documentario tratta in maniera dettagliata, tramite la testimonianza e la voce degli intervistati, il basket in tutte le sue sfaccettature. Le vittorie, le glorie, i momenti indimenticabili sono importanti così come le sconfitte, le discese, i periodi difficili e complessi nella carriera dei vari campioni. Un messaggio di amore puro ed incondizionato verso la palla a spicchi, il canestro ed il parquet, dove i protagonisti di questo sport hanno goduto dei momenti d’oro ma hanno anche avuto la forza ed il coraggio di risollevarsi dopo ogni caduta.

“Basketball a love story” ci presenta la pallacanestro dalle origini ai giorni nostri, raccontando il basket dai campi dei college fino ad arrivare alla NBA, passando dai momenti gloriosi e felici a quelli meno fiorenti e più complessi. Particolare attenzione è stata data anche al basket femminile ed a quello a livello internazionale, non solo concentrato nei confini americani. Ogni corto tratta di una storia particolare, una storia specifica raccontata da voci di notevole importanza nel mondo del basket. Un omaggio a questo sport che riesce ancora ad unire tante persone, in maniera semplice e divertente.

Il magistrale lavoro di Dan Klores

Se lo scopo del regista Dan Klores era quello di trasmettere ai telespettatori l’amore incondizionato e puro nei confronti dello sport ed in particolare del basket, il risultato è riuscito in tutto e per tutto. Un lavoro che conta 20 ore totali di documentario ben suddivise e strutturate, in modo da essere presentate ai telespettatori nel miglior modo possibile.

Volevo cimentarmi in questo progetto da tanti anni, perché sono convinto che milioni di persone in tutto il mondo possano sentire vicine le storie raccontate in ciascuno di questi corti” afferma Klores. Ed ancora, lo stesso regista ha sottolineato come, per lui il basket, spesso sia stato uno sport dove rifugiarsi per sentirsi sicuro e protetto, un modo per fuggire dai problemi ed angosce del quotidiano.

Una sorta di “amore incondizionato” per il pallone che ogni tifoso ed appassionato sviluppa in maniera differente, come espressione di pura passione per la palla a spicchi.

Articolo precedenteA2 femminile: La Belli 1967 Landscape Viterbo vince il derby contro l’Athena Roma
Articolo successivoLBA. il “Lunch Game” sorride a Brindisi. Al PalaPentassuglia cade la Reyer Venezia 75-71
Web editor e copywriter freelance

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here