Domani sera a Trento (ore 20.30) la prima stagionale in EuroCup davanti al pubblico
della BLM Group Arena: coach Maurizio Buscaglia e l’ex di serata Nikola Jovanovic
chiamano a raccolta il pubblico bianconero.

Reduce dall’eliminazione in semifinale di Supercoppa, la Dolomiti Energia Trentino si prepara ad entrare di slancio nella stagione 2018-19 con un doppio impegno casalingo che vedrà i bianconeri fare il proprio esordio prima in EuroCup affrontando il Partizan NIS
Belgrade (mercoledì 3 ottobre, ore 20.30) e poi in Serie A (sabato 6 ottobre, ore 20.30) contro la Vanoli Basket Cremona.

Maurizio Buscaglia (Allenatore Dolomiti Energia Trentino): “Bello festeggiare il
traguardo delle 500 partite in casa e in un contesto di coppa internazionale: conoscete il pensieromio e del club sull’EuroCup, amiamo l’altissimo livello e il fascino di questa competizione che affrontiamo con orgoglio e voglia di giocarci le nostre carte. Ogni anno è un’avventura diversa, non solo per un allenatore ma anche per i giocatori e per tutta la società: ci aspetta un girone pazzesco per il valore delle squadre con cui ci confronteremo. Valencia e Zenit sono di primissima fascia non solo per il nostro raggruppamento, a noi occorrerà rubare spazio a chi sulla carta ci dovrebbe stare
davanti. Il Partizan è un club con grande tradizione e mentalità, ha bisogno di poche presentazioni anche per chi non è un esperto di pallacanestro. Il roster di quest’anno è ricco di giocatori fisici, intensi, di stazza sotto canestro e con tanta capacità di colpire dall’arco. Noi abbiamo bisogno di alzare il nostro livello difensivo per qualità e intensità, quindi la partita di domani ci mette di fronte a una sfida ben chiara anche dal punto di vista fisico. L’infermeria? Segue ritmi di rientro e passi avanti perfettamente: Pascolo ha ripreso a lavorare con il gruppo, vedremo come starà, tutti glialtri migliorano giorno dopo giorno“.

Nikola Jovanovic (Ala-Centro Dolomiti Energia Trentino): “Sarà subito una partita
estremamente importante per noi, perché in un girone del genere ogni match (specialmente quelli in casa) può fare la differenza fra passare il turno ed essere eliminati. Per me sarà una partita speciale, non lo nego, ma allo stesso tempo lo sarà per tutta la nostra squadra. Contro il Partizan ho giocato 5 volte solo nella scorsa stagione, so quanto siano forti e quanto talento abbiano. Servirà un’ottima performance collettiva per partire con il piede giusto in questa edizione di EuroCup”.

Ufficio Stampa Dolomiti Energia Basket Trentino

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here