Terza gara playoff. L’Allianz Pazienza Cestistica San Severo vince sull’Apu Udine, al “Falcone e Borsellino”, col punteggio finale di 73-61. In realtà, il presente comunicato potrebbe concludersi già con queste poche righe. La portata della vittoria di stasera, potremmo dire senza mezzi termini al quanto leggendaria, rende inutile e superflua ogni parola da noi ricercata e presente nel vocabolario.

È giusto, tuttavia, dare merito al merito e sintetizzare l’impresa di una squadra come la Cestistica che ha guadagnato i due punti in palio, senza Ty Sabin premiato come miglior straniero dell’anno, in una “serie” per i Neri inedita, contro un avversario già descritto abbondantemente  e conosciuto dagli addetti (e non) appassionati di pallacanestro che risulta sempre essere uno sport (e stasera ne è l’emblema) imprevedibile.

Ed infatti, soprattutto quando la posta in gioco è elevata, le emozioni possono giocare brutti scherzi e San Severo, zitta zitta, ha conquistato, davanti al tutto esaurito del Palazzetto, lentamente autorevolezza contro un avversario altrettanto autoritario ed il coraggio degli uomini di Luca Bechi è stato, ampiamente, ripagato.

Il sipario si alza su un avvio di gara unicamente a tinte giallonere. Sia nel primo che nel secondo tempo, l’Allianz mette sotto torchio l’Apu quasi come fosse la normalità, chiudendo la seconda frazione sul roboante +12. Nel terzo periodo San Severo, anziché fermarsi, continua a marcare il primo solco: prendendo il largo dal team biancorosso ed i frutti sono notevoli: +15 del 30′. L’Apu prova a rimanere viva, ma il gruppo guidato dal trascinatore Piccoli si è ormai acceso e destinato a brillare fino alla sirena finale che, ancora una volta, profuma di storia.

Pensare, dopo l’esito della partita odierna, di avere la strada spianata per il pareggio dei conti è al quanto affrettato, così come si deve ridurre l’entusiasmo perché, già a partire da domenica l’Apu Old Wild West Udine avrà voglia di rivalsa e proverà ad annientare le speranze dei Neri. Per ora resta la bella (splendida) constatazione di una vittoria che ha il sapore dolce, dolcissimo. Un sapore che, Piccoli e co – ma anche i sanseveresi! – vogliono continuare ad avere.

Allianz Pazienza San Severo – Apu Old Wild West Udine 73-61
(23-17, 16-9, 17-15, 17-20)
Allianz Pazienza San Severo: Dalton Pepper 15 (3/7, 3/8), Antonino Sabatino 12 (3/5, 2/3), Samuele Moretti 11 (5/5, 0/0), Lorenzo Tortu 9 (3/8, 0/3), Michele Serpilli9 (2/4, 1/3), Alessandro Bertini 7 (1/2, 1/3), Matteo Piccoli 6 (2/4, 0/1), Gabriele Berra 2 (1/1, 0/1), Goce Petrushevski 2 (0/0, 0/0), Tommaso De Gregori, Ty Sabin, Federico Fatone

Apu Old Wild West Udine: Brandon Walters 15 (5/7, 0/0), Alessandro Cappelletti 9 (0/3, 2/5), Michele Antonutti 9 (2/4, 1/1), Vittorio Nobile 8 (0/1, 2/3), Ethan Esposito 7 (3/5, 0/0), Francesco Pellegrino 4 (1/3, 0/1), Marco Giuri 3 (0/3, 1/4), Michele Ebeling 2 (1/1, 0/1), Federico Mussini 2 (1/3, 0/2), Nazzareno Italiano 2 (0/1, 0/3), Marco Pieri

Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo                                                                    foto:Antonio Giammetta

Articolo precedenteA2: Capo d’Orlando trionfa in Gara3 contro Nardò. Al PalaFantozzi finisce 91-64
Articolo successivoA2 femminile: Vicenza a Bolzano per la bella dei playout

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here