Nei primi mesi del 2020 è prevista l’apertura del Museo Nazionale del Basket al PalaDozza di Bologna che vedrà uno spazio aperto 365 giorni all’anno ricco di eventi, spazi per l’animazione e molto altro.

Al via il progetto per il Museo del Basket

Il Comune di Bologna e Bologna Welcome, in collaborazione con la Federazione Italiana Pallacanestro, realizzeranno il Museo italiano del basket il cui costo si aggirerà intorno ai 500mila Euro e vedrà un impianto che potrà essere utilizzato non solo per le partite di pallacanestro di Fortitudo e Virtus, ma anche un luogo di eventi, incontri e attività dedicate ai turisti in visita alla città.

L’assessore alla Cultura Matteo Lepora ha dichiarato che, più che una mostra, il Museo vuole essere una vera e propria agorà con un percorso narrativo a riguardo del basket non solo italiano, “ma anche qualcosa che coinvolga i giovanissimi, le scuole e le famiglie”, afferma Lepore. Il Museo Nazionale del Basket sarà unico in Italia e comprenderà tutto il PalaDozza ispirandosi al Museo del Calcio Barcellona ubicato all’interno dello stadio Camp Nou.

Museo Nazionale del Basket: al via il concorso a premi per il miglior progetto

All’interno di questo Museo non saranno solamente esposti cimeli storici ma si punterà, in particolare, a delle esposizioni tecnologiche attraverso dei supporti multimediali, e sfruttando i social media. L’idea di realizzare questo spazio dedicato alla pallacanestro è nata dagli stessi cittadini e appassionati di sport, tanto che il Comune di Bologna e Bologna Welcome hanno aperto un concorso in modo da raccogliere le migliori idee da realizzare per riempire gli spazi del piccolo Madison.

Il bando pubblico è online sul sito Bologna Welcome e, coloro che si vogliono candidare avranno tempo fino all’8 aprile di quest’anno per presentare il loro progetto dettagliato nei minimi particolari che dovrà contenere sia le indicazioni per l’allestimento degli spazi sia il piano economico. I tre migliori progetti presentati per il concorso riceveranno un premio in denaro mentre il vincitore otterrà l’incarico per la direzione artistica del Museo.

Articolo precedenteUSE Empoli: il punto sul vivaio biancorosso
Articolo successivoAlma Pallacanestro Trieste – La Under 18 approda alla seconda fase
Web editor e copywriter freelance

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here