LBF A1: PalaRomare ancora stregato per le biancorosse

130
0

Lucca gioca una gara intensa per 25 minuti poi perde lucidità e cede nettamente alle campionesse di Italia. Il tabellone è fin troppo severo per le biancorosse che in una giornata pessima al tiro hanno il pregio di non mollare in difesa.

Schio si presenta con Lisec al posto di Lavender e senza l’ex biancorossa Francesca Dotto, chiedendo a Crippa e Gemelos l’incombenza di far rifiatare in regia Valeria Battisodo. Il primo tempo è fisico con la difesa di Lucca che è molto aggressiva pure troppo per i fischietti che fischiano ben 14 falli personali ed un tecnico alla panchina nei primi 20 minuti di gara. Le padrone di casa partono subito forte ma Lucca è viva e grazie ad una buona pressione difensiva e alla buona vena di Ravelli riesce a sopperire al predominio sotto canestro di Schio. Il primo quarto si chiude sul 19-13 orange ed una situazione falli da brividi per Lucca con Graves, Treffers e Vaughn tutte gravate di 2 falli personali.

Il secondo quarto inizia nel peggiore dei modi per Lucca con Vaughn subito sanzionata per un fallo in attacco che è anche il suo terzo personale e Lisec che lancia l’allungo sul +8 (21-13). È ancora Lisec a guadagnare la doppia cifra di vantaggio (26-15 a 4.30 dall’intervallo lungo). Lucca si aggrappa ancora a Ravelli e a 2.30 dal riposo è 26-20, Vaughn sbaglia però i liberi del possibile -4 e Battisodo punisce con l’ennesimo canestro con fallo delle padrone di casa. Le biancorosse hanno il merito di non mollare niente e guadagnano gli spogliatoi sotto di 7 lunghezze (29-22). Lisec è in serata sì e ad inizio ripresa segna in rovesciata il +9 che diventa +11 col primo canestro dal campo di Gemelos.

In questa fase però si vede la migliore versione di Gatti e compagne e a metà quarto è 34-29. Sembra poter girare la partita ma una tripla di Fassina e poi una sanguinosa palla persa restituiscono l’inerzia alle orange. Si va agli ultimi 10 minuti con Schio avanti 43-31. Lucca ha esaurito le energie e il Famila ha vita facile per portare a casa la vittoria. Alla sirena il passivo è pesante per le lucchesi 63-42.

A fine partita il commento di coach Serventi:”Schio è una squadra forte e non lo scopriamo certo noi stasera. Noi abbiamo fatto un’ottima difesa tenendo Schio a 43 punti dopo 3 quarti, in attacco abbiamo avuto qualche problema di troppo, anche le condizioni di Graves, che ha avuto in settimana una forte scavigliata e Treffers che si era fatta male al ginocchio, non ci hanno aiutato. Ma voglio mettere l’accento sulla difesa, li abbiamo costretti a 18 palle perse e 63 punti segnati che per loro sono pochi, l’unica cosa che non mi è piaciuta su questo aspetto sono i troppi rimbalzi offensivi che abbiamo concesso nel primo tempo. Secondo me è un buon viatico, se riusciamo sempre a difendere così potremo sbloccarci in attacco. Dobbiamo cercare di attaccare di più il canestro e conquistare qualche tiro libero in più, va detto, però, che contro Schio che è squadra molto fisica non è semplice farlo. Di sicuro vogliamo limitare le amnesie offensive che ogni tanto ci fanno perdere la via del canestro.

Famila Wuber Schio vs Gesam Gas & Luce 63-42 (19-13; 10-9 ; 14-9 ; 20-11)

Famila Wuber Schio: Filippi, Fassina 4, Masciadri 5, Lisec 15, Crippa 8, Gruda 15, Battisodo 9, Andrè 5, Dotto ne, Gemelos 2, Micovic. All. Vincent

Gesam Gas & Luce Le Mura Lucca: Vaughn 10, Orazzo 3, Gatti 4, Reggiani 4, Ngo Ndjock, Graves 4, Carrara ne, Ravelli 8, Treffers 9,  Salvestrini ne. All. Serventi

 

Bashaara Graves e Sandrine Gruda si contendono la palla a due

Ufficio Stampa Basket Femminile Le Mura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here