Green, interrotto il digiuno casalingo: al PalaMangano netta vittoria sulla Iul Basket 88-73

91
0

Dopo la positiva prestazione contro l’Hsc Roma, per il Green Basket è tempo di sfidare un’altra avversaria romana: la Iul Basket di coach Righetti.

Il match si apre con due punti firmati dall’ex di turno, Cecchetti, accolto da applausi scroscianti. Paunovic scalda la propria mano dall’arco, mettendo a referto i primi tre punti di giornata. Peppe Caronna, ben servito da Svoboda, trova il suo primo canestro di giornata. La gara è intensa ed equilibrata: le due squadre si affrontano a viso aperto senza risparmiarsi. Il Green è una furia, aggressività pazzesca messa in campo dalla compagine di Priulla. Svoboda accende la luce e spara una tripla di pregevole fattura, +6 per la squadra di Priulla. Giancarli recupera un pallone vitale e si invola in contropiede: fermato dall’avversario, opta per un tiro da tre che porta a +9 il Green. Righetti chiama così timeout, Iul in difficoltà. La difesa del Green appare in forma smagliante: gli attacchi dei capitolini non sortiscono l’effetto sperato e i padroni di casa prendono un buon break. La prima frazione di gioco termina 23-7 per il Green Basket: quarto dominato e giocato ai massimi livelli da inizio stagione.

Il secondo quarto comincia con una bellissima giocata di Mike Venturelli, che porta i primi due punti del nuovo quarto ai suoi. Cecchetti e Maresca provano a risvegliare la Iul, rispettivamente con un canestro da due e una tripla. Svoboda spara un’altra tripla, accendendo il pubblico del Palamangano. Sperduto lo imita poco dopo, seguito da due canestri in rapida sequenza di Cecchetti. Priulla chiama timeout, il Green ha concesso troppo ai capitolini. Caronna scuote i suoi con altri due punti, realizzando dalla lunetta. Paunovic segna dall’arco, i padroni di casa tornano a comandare il gioco: +16 e timeout invocato da Righetti. Lestini segna in rapida successione due canestri, seguito da una tripla di Sperduto: Roma accorcia le distanze. Si va al riposo sul parziale di 46-37.

Il terzo quarto si apre con errori da una parte e dall’altra, senza canestri per oltre un minuto e mezzo. Ci pensa Andrea Lombardo ad interrompere i digiuni, con un canestro dalla lunetta. Gli ospiti rispondono con Lestini, abile a farsi trovare pronto sotto canestro. Andrea Lombardo mette poi una bella tripla a referto, portando a +12 il Green. La fame di punti di Andrea Lombardo non si placa e pochi istanti dopo tira in fotocopia una bomba da tre. Righetti chiama timeout, romani in difficoltà. Il Green continua a martellare, senza sosta, Iul quasi alle corde: Paunovic segna un’altra tripla, seguito da Andrea Lombardo,  +23 sul tabellino. Lestini ed Algeri provano a tenere a galla la Iul, accorciando la forbice di distanza. Si va all’ultimo quarto sul risultato di 72-52.

L’ultimo quarto si apre con i canestri di Marco Giancarli, seguiti dai punti di Algeri. I palermitani danno la sensazione di poter controllare il match, avendo un ottimo margine di vantaggio, +23 sul tabellino. Andrea Lombardo realizza a seguito di una bella azione personale, pochi istanti dopo la Iul si fa vedere con Lestini. Il canovaccio tattico dell’incontro non cambia: i padroni di casa proseguono con estrema precisione sotto canestro, i capitolini inseguono con notevoli difficoltà. La montagna da scalare è troppo alta per la Iul: nei minuti finali il copione del match non cambia. Finisce 88-73 per il Green: vittoria meritatissima e di fondamentale importanza.

Green Basket:

Mazzarella, Bellanca, Last Born, Pucci 3, Paunovic 11, Venturelli 7, A. Lombardo 21, Giancarli 12, Dal Maso 5, Romanò, Svoboda 7, Caronna 22.

Ufficio Stampa Green Basket Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here