Home » Comunicati Stampa » A Vicenza la NPO Gordon si sveglia troppo tardi

A Vicenza la NPO Gordon si sveglia troppo tardi

10
0
nella foto Mladen Stolic ancora una buona prova per lui (Vicenza - NPO foto Morale & PhotoLR)

Olginate, dopo un positivo inizio (13-19) si addormenta nei due quarti centrali (40-20) e quando decide di tornare a giocare dal -15 in 4’ arriva sul -2, Vicenza trema ma dall’alto dell’esperienza dei suoi giocatori negli ultimi 3’ si aggiudica l’incontro che gli permette di rimanere sul secondo gradino della classifica a ridosso delle prime. Per NPO tanto rimpianto per aver giocato la partita per solo 15’ dimostrando che con il giusto approccio in campo gli avversari non erano cosi’ distanti.

Al PalaGoldoni Coach Meneguzzo schiera contemporaneamente Cusinato e Tagliabue per contrastare il temibile pacchetto di lunghi dei veneti (Corral, Crosato, Campiello) completando lo starting five con De Bettin, Bugatto, Caversazio. Vicenza inizia con Demartini, Quartieri, Contrino, Corral, Crosato.

L’inizio partita e’ farcito da parecchi errori e per vedere il primo tiro si deve attendere ben 100 secondi con il canestro dei padroni di casa. Olginate pero’ e’ ben schierata in campo e con una difesa aggresiva mette in seria difficolta’ i veneti che trovano a fatica il ferro e quando i lecchesi accellerano anche in attacco riescono a fare male andando sul 6-11 del 5’ con  Coach Venezia che richiama i suoi per un time out. L’inserimento di Montanari porta 4 punti e maggior incisivita’ in attacco ma l’inerzia della partita rimane in mano agli ospiti che con il gioco da tre punti di Tagliabue alla prima sirena si e’ sul 13-19.

Il secondo quarto inizia con Vicenza determinatissima e in 1’ e’ gia’ sorpasso con la tripla di Andrea Campiello per il 20-19. La Gordon subisce il colpo ed al 15’ il parziale e’ addirittura 14-1 con il tabellone che segna 27-20. I veneti nella frazione sono implacabili dall’arco con 4/5 mentre  i lecchesi trovano punti preziosi solo con de Bettin e Tagliabue riuscendo a ricucire a 30” dal riposo lungo sul -4 ma, ancora una volta e’ un positivo Montanari a segnare la tripla del 36-29 di meta’ partita.

Anche il secondo tempo riprende con Olginate poco convinta nei propri mezzi e con grosse difficolta’ nell’attaccare la zona avversaria. La palla ristagna nelle mani dei giocatori e le scelte di tiro sono sempre frutto di iniziative personali dell’ultimo istante mentre Campiello & Co pur senza incantare concretizzano al meglio la loro supremazia toccando per la prima volta il +14 (47-33) del 26’. La partita procede senza sussulti arrivando all’ultimo quarto sul 53-39 che significa un pesantissimo 40-20 per Vicenza nei due quarti centrali dell’incontro.

Coach Meneguzzo, decisamente contrariato per l’atteggiamento dei suoi butta nella mischia il giovanissimo Stolic che con la sua reattivita’ ha il merito di accendere la scossa difensiva dei suoi compagni e dal 57-42 del 32’ NPO si sveglia, cambia pelle difendendo come sa e attaccando in velocita’ e al 37’ si e’ sul 59-57 con super parziale di 15-2 che se non fosse stato per un canestro fortunoso di Contrino sarebbe arrivato addirittura il pareggio.

Al PalaGoldoni il pubblico ammutolisce e a Vicenza tremano le gambe per aver permesso ad Olginate di riaprire la partita. Ma in campo ci sono giocatori di grande esperienza come Corral che sanno creare spazi importanti e come sulla sirena del primo tempo Montanari (MVP con 14 punti e 5 rimbalzi) impietosamente mette un triplone decisivo del 62-57. Una mazzata per i sogni di rimonta NPO che a questo punto deve forzare per rientrare ma i tiri di Bartoli e Caversazio si fermano sul ferro mentre Campiello e Corral non si fanno scappare l’occasione di contabilizzare gli errori degli avversari chiudendo il conto sul 68-60.

Per Olginate un vero peccato aver giocato l’incontro per soli 15’ ed aver subito le scelte tattiche dei forti avversari. Questi sono errori che in questa categoria e contro roster cosi’ dotati non ci si puo’ permettere.

Adesso per i lecchesi ci sara’ ancora un turno esterno contro la capo classifica  Faenza per poi tornare al PalaRavasio domenica 11 Ottobre alle 18,00 contro l’altra corazzata Orzinuovi  di Jack Siberna. Saranno due incontri molto difficili dove NPO dovra’ cercare di acquisire esperienza senza disdegnare l’opportunita’ di giocarsersele fino in fondo come ha fatto nel finale di Vicenza.

Coach Meneguzzo commenta: “Non siamo stati capaci di mantenere la concentrazione giusta per tutto l’incontro, mi aspetto di piu’ dai miei ragazzi e soprattutto quelli conoscono gia’ questo campionato. Abbiamo subito troppo a rimbalzo. Quando abbiamo fatto quello che sappiamo fare la partita e’ cambiata”

TRAMAROSSA VICENZA – NPO GORDON: 68-60  (13-19, 36-29, 53-39)

TRAMAROSSA VICENZA: Quartieri 3, Kedzo ne, Demartini 5, Montanari 14, Corral 14, Rigoni ne, Campiello U. 4, Mezzalira ne, Conte 4, Contrino 6, Campiello A. 10, Crosato 8, All . Marco Venezia

NPO GORDON: Stolic 3, Bugatti 2, Errera ne, Tagliabue 15, Masocco ne, Marino’ 3, Bartoli 10, Delvecchio 2, Caversazio 10, Carella 3, Cusinato 3, De Bettin 9, All. Massimo Meneguzzo

Ufficio Stampa NPO Gordon

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here