Dopo una sconfitta così c’è solo da fare i complimenti agli avversari, ma è indubbio che per come si è generato il match con Vigevano bisogna fare ammenda, resettare e lavorare.

Questo in sintesi il pensiero di coach Agostino Origlio nel dopo partita, dopo il netto ko al PalaTerme (61-84) con la capolista Elachem. “I numeri parlano da soli – esordisce l’allenatore dei termali – nel primo quarto siamo stati all’altezza con un punteggio basso ed in una fase di studio, ma è stata una illusione. Dopo l’espulsione di Savoldelli non siamo stati più capaci di competere con una squadra forte, solida, che ci ha messo in difficoltà. Complimenti a Vigevano per la qualità e per il gioco, non è capolista per caso: non è facile fare scelte contro di loro, ti condizionano sempre e questo è segno di grande squadra”.

Nel secondo tempo il punteggio è stato equilibrato, ma la Gema non è sembrata mai in grado di rimontare:

Non abbiamo avuto reazione e carattere – continua il coach – il secondo tempo è stato equilibrato ma la partita si era già complicata e rimetterla in piedi era difficile. Adesso il calendario sembrerebbe tenderci una mano dopo un mese di novembre molto duro, ma dobbiamo partire dall’analisi di questa gara e risolvere le problematiche che ci sono, e considerare le future avversarie abbordabili sarebbe irrispettoso, dobbiamo dimostrare sul campo di essere più forti. Adesso il livello del campionato si alza, moralmente dopo due sconfitte cosi è dura, dobbiamo correggere i difetti e dobbiamo lavorare”.

Gema Montecatini – Elachem Vigevano 61-84

Parziali: 15-17, 28-48, 47-70

Montecatini: Molteni 14 (4/9, 2/2), Infante 10 (1/2, 2/3), Duranti 9 (2/3, 1/2), Marengo 9 (1/5, 1/3), Neri 7 (1/4, 1/3), Digno 4 (2/4, 0/2), Zanini 4 (2/2), Savoldelli 2 (1/2, 0/1), Guerra 2 (1/3, 0/1), Benedetti ne, Ghiarè ne, Cellerini ne. All.: Origlio.
Vigevano: Broglia 22 (4/4, 3/3), Laudoni 13 (5/7, 1/1), Strautmanis 13 (3/6, 0/1), Rossi 11 (5/6, 0/1), D’Alessandro 10 (1/2, 1/1), Benites 8 (2/5, 1/4), Mercante 4 (1/5, 0/1), Peroni 3 (0/2, 1/6), Ragagnin (0/1 da tre), Tagliavini. All.: Piazza

Arbitri: Vittori di Ascoli Piceno ed Esposito di San Benedetto del Tronto

Photocredits: Daniele Lenzi

Articolo precedenteC Silver Lazio: La Supernova Fiumicino sbanca Roma dopo tre overtime
Articolo successivoLa Delser Udine nel derby con la Futurosa Trieste cala il settebello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here