La Cestistica San Severo, spalle al muro, dovendo rimediare alle due sconfitte e lottare per un successo vitale, si aggrappano ad un secondo quarto giocato a ritmi elevatissimi. Il +13 al riposo è utile anche nel secondo tempo per continuare a spingere sull’acceleratore affinché la contesa si prolunghi, considerando altresì le giocate degli ospiti in grado di impensierire i gialloneri, in particolare agli inizi del terzo quarto. Nei minuti che contano, l’Allianz Pazienza non si lascia tradire dall’emotività e, con sofferenza e lucidità, si prende la vittoria sulla Staff ed allungare la serie.

Non c’erano molte alternative – afferma il Vice Presidente Paolo Dell’Erbaavevamo bisogno di vincere e così è stato. Questa squadra ha sempre dato segnali positivi, soprattutto nelle difficoltà e, a discapito di quanto si poteva immaginare, siamo ancora vivi. Certo, non è facile ribaltare un 2-0, tuttavia la speranza è di replicare tra due giorni grazie al calore del nostro pubblico. Anche questa sera, infatti, l’unione tra i ragazzi in campo ed il sesto uomo è stato l’ingrediente in più che ci ha permesso di tornare alla vittoria. È ancora molto lunga, ma siamo fiduciosi”.

Allianz Pazienza San Severo – Staff Mantova 77-71

(11-17, 30-11, 16-22, 20-21)

San Severo: Ion Lupusor 16 (5/7, 1/2), Nik Raivio 15 (5/12, 1/1), Antonino Sabatino 12 (2/4, 2/5), Djordje Pazin 10 (2/3, 2/5), Edward lee Daniel 6 (1/3, 0/1), Goce Petrusevski 6 (0/0, 1/1), Lorenzo Tortu 6 (0/1, 2/3), Keller cedric Ly-lee 4 (2/2, 0/0), Mihajlo Jerkovic 2 (1/2, 0/1), Michele Mecci, Agustin Fabi

Staff Mantova: Antonio Iannuzzi 12 (6/9, 0/0), Keshun Sherrill 11 (1/5, 2/7), Giovanni Veronesi 11 (3/4, 1/5), Andrea Calzavara 11 (0/0, 2/2), Riccardo Cortese 10 (1/1, 2/5), Martino Criconia 6 (0/0, 2/4), Laquinton Ross 6 (2/5, 0/1), Giga Janelidze 4 (2/2, 0/2), Simone Vecerina, Moustapha Lo, Lazar Vukobrat.

Photocredits: Antonio Giammetta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here