Leggi tutti i contenuti

È stata una giornata caratterizzata, nel girone A, dallo stop della Polisportiva Galli ad Empoli – adesso comanda la Autosped Derthona – e dallo stop di Roseto, raggiunta al primo posto da Udine, nel girone B. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto sui parquet di questo campionato sempre più interessante

GIRONE A

Si scinde la coppia in vetta al girone, adesso a guardare tutti dall’alto in basso c’è una squadra soltanto, la Autosped Derthona, grazie al successo sulla Dimensione Bagno Carugate. Per la compagine piemontese si tratta dell’undicesimo successo consecutivo, il quarto di fila segnando oltre 80 punti. A fare la differenza, la netta superiorità ai rimbalzi di Derthona, capace di arpionarne la bellezza di 56, di cui ben 26 offensivi. Conseguenti le due ragazze, Cerino e Premasunac, in doppia doppia. A Carugate non sono bastate invece le cinque giocatrici in doppia cifra, con la Caccialanza e la Usuelle a quota 16.

Derthona rimane solitaria in vetta grazie alla sconfitta della Polisportiva Galli San Giovanni Valdarno, fermata dopo una serie positiva di 14 vittorie; a far versare lacrime amare alla ormai ex capolista è, nel derby toscano, la USE Rosa Scott Empoli, presa per mano dalla Stoichkova, autore di 20 punti, e dalla doppia doppia di Marta Miscenko, con 18 punti e 16 rimbalzi. La Polisportiva Galli ha pagato le scarse percentuali al tiro da due, appena 12/38, per rimediare alle quali non sono bastati i 22 della Rossini ed i 18 della Nasraoui.

Alle spalle delle prime due rimane solitaria al terzo posto la Limonta Costa Masnaga; le ragazze di Luca Andreoli espugnano il parquet della Torino Teen Basket scappando via nel terzo periodo, chiuso con un parziale di 28-13, allungando a tre la serie di vittorie consecutive. Gran bella prova della squadra lombarda, che ha avuto la bellezza di 40 punti dalla panchina, ben raccontata anche dal 62% nel tiro da due. Tra le singole bene la Allievi, 19 con 7/7 da due, nelle piemontesi da salvare i 14 della Cristelo Alves e della Colli.

Alle spalle di Costa Masnaga, tiene il passo la Logiman Broni, corsara nella Capitale, contro la Stella Azzurra Roma. Nonostante una evidente inferiorità a rimbalzo, la squadra lombarda ha portato a casa i due punti grazie all’ottima prestazione offensiva, evidenziata dal 19/29 da due punti. A prendere per mano le ospiti ci ha pensato la Moroni, autrice di 21 punti; nelle romane, comunque positive, career high per la Frigo, a quota 19.

Alle spalle delle prime quattro, la giornata sorride alla San Giorgio MantovAgricoltura ed alle Foxes Giussano, entrambe vittoriose. Le virgiliane confermano di avere i bioritmi al top incasellando l’ottava vittoria di fila, stavolta contro la Techfind Selargius. Le padrone di casa allungano nel quarto finale, costringendo le sarde al terzo stop di fila. Per Mantova, season high (16) per la Bottazzi e doppia doppia da 10 + 10 della Orazzo, nelle sarde 16 della El Habbab.

Ancora più agevole il successo di Giussano, contro il fanalino di coda Tecnoengineering Moncalieri, senza vittorie proprio dalla partita di andata. La matricola blinda il successo già a metà partita, con 15 lunghezze di vantaggio, sul 37-22, per poi chiudere con un netto +25. Nelle “Foxes”, solito “ventello” della Niedzwiedzka, con il gustoso contorno di 9 rimbalzi, per Moncalieri 14 della Salvini.

Nelle zone basse, torna finalmente al successo la Cestistica Spezzina; le liguri, dopo cinque turni di astinenza, costringono ad un altro ko il Basket Roma, regolato per 72-61. Nelle spezzine grande prova della Favre, a quota 24, ma da segnalare ci sono anche la doppia doppia della Colognesi (13 punti e 21 rimbalzi) e la quinta doppia cifra stagionale della sedicenne Baldassarre. Nelle romane, ancora senza successi lontano dalla Capitale, 20 di Benedetta Aghilarre.

GIRONE B

Arriva da Matelica la grande sorpresa di giornata, con la Halley Thunder che si conferma bestia nera della ARAN Cucine Roseto; le abruzzesi, infatti, hanno finora perso soltanto due partite, entrambe per mano delle marchigiane. Matelica l’ha vinta in difesa, concedendo appena 59 punti, di cui soltanto 10 nel periodo finale, alla capolista, costretta alla bellezza di 22 palle perse, troppe per sperare di espugnare il Comunale di via fontenera. A fare esultare Sorgentone, dopo quattro giornate di astinenza, il 9/19 da tre punti, ed i 20, con 9 assist, della Gramaccioni. Per Roseto, 17 della Miccio, ancora in doppia cifra.

Della sconfitta di Roseto, approfitta la APU Delser Crich Udine; le friulane, battendo nel derby la Futurosa iVision Trieste, incasellano la sesta perla nella collana di vittorie consecutive ed agganciano le abruzzesi in vetta al girone. Udine domina sotto le plance – 44-29 il computo dei rimbalzi – e vanta 12 punti di margine già all’intervallo lungo, poi mantenuti nei due periodi finali. Per Udine doppia doppia, da 16 punti e 12 rimbalzi, della Cancelli, 18 della Bacchini e 21 della Katshitshi, nelle triestine 18 a testa della Rosset e della Ostojic.

Alle spalle delle prime due continua a volare la Ecodem Alpo; le ragazze di Soave allungano a cinque la serie positiva, espugnando il parquet della Posaclima Ponzano, al primo stop casalingo del suo campionato. Il match si decide nel quarto finale, con il parziale di 19-8 determinante nella vittoria della Ecodem. Alle padrone di casa non bastano i 13 della Fiorotto di fronte alla doppia doppia della Parmesani (14 + 13 rimbalzi) e della Nori (13+10).

Trieste e Ponzano vengono così raggiunte al quarto posto, a quota 20, da Matelica e dalla Martina Treviso, corsara sul parquet di Vigarano, al quinto stop di fila. Alle padrone di casa non sono bastati i 31 della Siciliano, ma con 8/22 al tiro, di fronte alle 10 ragazze a referto nella compagine trevigiana, con la D’Angelo miglior realizzatrice dei propri colori a quota 14. A fare la differenza anche le troppe palle perse, ben 20, della Pallacanestro Vigarano.

Alle spalle del poker a quota 20, torna al successo l’Alperia Basket Bolzano, con una ottima prestazione offensiva; gli 82 punti realizzati contro la Wave Thermal Abano Terme, sono infatti il miglior bottino del turno in questo girone. È stato un successo agevole, quello dell’Alperia, con i due punti in cassaforte già all’intervallo lungo, arrivato dopo tre stop consecutivi. Per Bolzano, 23 della Kotnis, al suo season high, e 15 della Egwoh, per Abano, ancora senza successi, 19 della Degiovanni.

Nelle zone basse ritorna al successo la Velcofin Interlocks Vicenza, dopo tre tentativi andati a vuoto; le beriche battono, nel derby veneto, la Solmec Rhodigium Rovigo con un netto 78-51, al termine di un match in equilibrio solo nel primo quarto. Per Vicenza, ottima prestazione collettiva, ben evidenziata dai 41 punti della panchina. Tra le singole, per Vicenza 16 della Pellegrini e 15 della Sturma, nelle ospiti 10 della Zanetti.

Continua, sempre nelle zone basse, il momento nero di Umbertide, al quarto stop nelle ultime cinque; questa settimana le umbre si arrendono ad Ancona, brava a portare a casa la vittoria grazie al 24-10 del terzo periodo. Per le doriche si tratta del primo successo esterno della loro stagione, propiziato dalla doppia doppia, la seconda stagionale, della Abiodun Yusus (11+13), mentre ad Umbertide non bastano i 21 della Beatrice Baldi.

Articolo precedenteDall’A1 di Brescia al Basket Club Bolzano, arriva Carlotta Rainis
Articolo successivoA2 maschile: Trapani e Cantu continuano la corsa, Torino supera i Wildcats. Fortitudo Bologna e Forlì non si perdono di vista

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here