Il Beretta Famila Schio si impone sul TTT Riga per 76-72 e compie un passo molto importante all’interno della “bolla” di Girona. Partita letteralmente pazza quella del PalaFontajau, quanto mai dai due volti la contesa tra scledensi e lettoni. Orange impeccabili nel primo tempo che tramortiscono Riga andando all’intervallo con ben 19 punti di margine. Vorticosa rimonta delle baltiche che arrivano sino al -1 nel quarto quarto. Riga non toccherà mai nemmeno la parità, ma il calo di prestazione scledense fa correre più di qualche brivido.

Famila bravo a stringere i denti nella seconda parte di gara con l’inerzia che veleggiava in poppa alle avversarie, finale adrenalinico, contraddistinto da una intensità spaventosa. Le Orange reggono l’urto e festeggiano alla sirena finale. Sontuosa Gruda, mattatrice nella fuga, ma soprattutto fondamentale nel finale. Decisivi i canestri di Gruda ed Achonwa nel finale, le lunghe a fare la differenza come profetizzato da Cinili nel pre gara.

Complicato analizzare la prova individuale delle ragazze di Vincent, inscalfibili nella prima metà, quasi tutte le effettive a lasciare un impronta sul match, poi vistoso calo generale, unito all’exploit di Riga che si incendia ed insidia fortemente la leadership del Famila. Scatenata Lakse 23 punti alla fine, ben spalleggiata dai 17 di Thomas e gli 11 di Drammeh.

Tre le Orange in doppia cifra, ovviamente Gruda che chiude con 21 punti, seguita dagli 11 di Sottana (tripla sulla sirena del terzo quarto che risulterà fondamentale) ed i 10 di Mestdagh, protagonista assoluta soprattutto nella prima parte.

L’ottima prestazione offensiva della prima parte, 45 punti a referto per Schio, è addirittura battuta da Riga che chiude con 46 nella seconda parte. Basterebbe questo dato per spiegare il doppio volto della gara.

Tante piccole cose da ricordare all’interno della gara, vittoria da squadra vera quella della Orange che trovano per esempio una Harmon fondamentale nel periodo di massima crisi, la solidità di Achonwa nella seconda parte di gara, una ottima De Pretto schierata in quintetto da Vincent, i 5 punti in 4 minuti di Keys, insomma nel mosaico Orange che raffigura la vittoria i vari tasselli portano tante firme diverse.

Vittoria fondamentale per Schio che ora attende la sfida delle 20 tra Girona ed Ekaterinburg. Poco il tempo per recuperare le energie, domani Orange ancora in campo. Alle 17 la sfida tra Riga ed Ekaterinburg ed alle 20 Famila contro Girona, sfida che chiuderà la “bolla di andata”.

Penso che nel primo tempo siamo riuscite a giocare nel modo che volevamo, in controllo sia in attacco che in difesa” – ha commentato Kim Mestdagh – “Il secondo tempo è stata tutta un’altra storia, Riga è uscita dagli spogliatoi molto più aggressiva, abbiamo perso il controllo del match. Cioò che conta è averla portata a casa.

Domani sfida fondamentale con Girona, possiamo imparare molto dalla partita che abbiamo appena disputato, Girona ci metterà alla prova facendo altrettanta pressione. Sapevamo che Riga e Girona saperebbero state le partite cardine di questa finestra.”

BERETTA FAMILA SCHIO: Sottana 11, Gruda 21, Cinili 2, Crippa, Mestdagh 10, Harmon 7, De Pretto 5, Achonwa 8, Dotto, Keys 5, Trimboli n.e., Andrè 7. All Vincent

TTT RIGA: Udodenko 4, Brumermane, Pilabere, Drammeh 11, Jakobsone 4, Kreslina 2, Laksa 23, Pavelsone n.e., Thomas 17, Korzane n.e., Huff n.e. All. Gulbis

Ufficio Stampa Famila Schio                                                                                                      Photo Credits: Fiba

Articolo precedenteA2 femminile: Vicenza supera Castelnuovo e riaggancia in vetta Udine
Articolo successivoTeens Basket Biella: Presentata la maglia ufficiale della stagione 2020/21 di C Gold

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here