Giocatore di basket presta il braccio per il restauro della statua di Bacco

272
0
Fonte immagine: http://picdeer.com/media/1952487479644690638_8986829296

Un modello non convenzionale è stato chiamato per posare per la ricostruzione di un’antica statua. Wyatt Walker, giocatore di basket della North Carolina State University, è stato chiamato a collaborare insieme al North Carolina Museum of Art per il restauro della statua raffigurante il Dio del Vino Bacco prestandogli un braccio, figurativamente parlando naturalmente.

Quando il basket e l’arte si uniscono

Walker, la cui altezza e corporatura atletica rispecchiano fedelmente quella della statua di Bacco, è stato d’accordo ed ha accettato di fare da modello per una ricostruzione 3D del braccio mancante della scultura. Basandosi su un disegno della scultura completa del 1837 , i membri dello staff del Bacchus Conservation Project gli hanno fatto imitare la posizione della statua disegnata – braccio destro tenuto alto, dita intrecciate attorno a un grappolo d’uva – e posare per una scansione tridimensionale. L’artista Larry Heyda del Lawrence Heyda Studios ora potrà utilizzare queste scansioni per riportare la statua di Bacco alla sua piena gloria.

La particolare storia della statua di Bacco

Nel 1960 è iniziato l’interesse per questa statua da parte degli studiosi in quanto hanno scoperto che, questo manufatto, era composto da una testa proveniente da una’altra antica scultura e un torso di epoca romana. Inoltre, tutti gli altri elementi della scultura sono stati poi aggiunti in epoche successive. A un certo punto, infatti, tra la fine del XVI o l’inizio del XVII secolo, un artista sconosciuto ha realizzato nuove gambe, braccia e abbellimenti che completavano l’antica sezione centrale, strappando spudoratamente la testa a un marmo romano di Dioniso del primo e terzo secolo, la controparte greca di Bacco, per completare la scultura. Il dio del vino rimase in questo stato da mostro di Frankenstein fino alla metà degli anni ’40, quando perse il braccio in circostanze sconosciute.

Ora, la scultura di Bacco 3.0, non solo includerà lo stampo tridimensionale del braccio mancante della statua, reversibile nel caso in cui i futuri ricercatori decidessero di staccarlo, ma anche la testa e le varie decorazioni del busto.

Mentre Wyatt Walker è una delle poche persone che possono vantarsi di essere stati dei modelli per un dio greco, rimane umile a questo riguardo affermando: “È stato un privilegio essere stato scelto per questo progetto. – dichiara in un comunicato – Sono stato onorato di poter offrire il mio braccio per la scansione 3D“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here