Eurolega: si parte. La missione europea dell’Olimpia Milano parte da Monaco

75
0
CSKA Mosca campione Eurolega 2018/19

Bentornata Eurolega. Sarà un’edizione importante, soprattutto per la storia della competizione, che si allarga e passa da 16 a 18 squadre.

Confermate 13 delle 16 squadre partecipanti lo scorso anno (Anadolu Efes Istanbul, Olimpia Milano, Barcellona, Bayern Monaco, CSKA Mosca, Fenerbahce, Chimki, Baskonia, Maccabi, Olimpiakos, Panathinaikos, Real Madrid e Zalgiris), alle quali si aggiungono Alba Berlino, Stella Rossa, Lione-Villeurbanne, Valencia e Zenit San Pietroburgo.

La Spagna sarà la nazione più presente nella nuova Eurolega, potendo contare su ben quattro squadre. Ci saranno infatti Real Madrid, Barcellona e Baskonia, che si sono conquistate la qualificazione tramite il campionato spagnolo, alle quali si aggiungerà il Valencia, vincitore dell’Eurocup e meritevole così di prendersi un posto nella massima competizione continentale. La Spagna grazie al successo del Valencia ha raggiunto il massimo di squadre schierabili per nazione, così per questa Eurolega è stata definita un’altra wild card, quella dello Zenit: la squadra di San Pietroburgo sarà così la terza squadra russa a partecipare all’Eurolega insieme a CSKA (campione in carica) e Chimki, e dunque dopo la Spagna sarà la Russia la nazione maggiormente presente nella competizione.

La Germania avrà due squadre, così come Turchia e Grecia. I tedeschi si presenteranno con Alba Berlino e la wild card Bayern Monaco. Meritato il ritorno dell’Alba dopo quattro anni: nella passata stagione Berlino ha incredibilmente perso tutte le finali (scudetto, Coppa di Germania ed Eurocup), ma almeno potrà contare sul ritorno nella massima espressione del basket europeo. Nelle file turche ecco Anadolu Efes Istanbul, finalista a sorpresa lo scorso anno ed attesa ad una conferma e Fenerbahce, mentre a rappresentare la Grecia ci saranno Olympiakos e Panathinaikos con quest’ultima che potrà contare sul palazzetto più capiente (18.989 posti, di poco superiore ai 18.368 del palazzetto della Stella Rossa) del torneo.

Noi avremo a rappresentarci la nuova Olimpia Milano di Ettore Messina, che debutterà in Germania nella prima giornata contro il Bayern. Detto della Stella Rossa (qualificata perché campione della Lega Adriatica ed unica rappresentante serba), il LioneVilleurbanne tornerà dopo dieci anni in Eurolega a difendere i colori della Francia, mentre il Maccabi sarà come sempre l’unica squadra di Israele. Presenza unica anche per la Lituania, per la quale vedremo all’opera Zalgiris.

Fare previsioni è come sempre difficile, perché essere in grado di stabilire una favorita in una competizione così lunga e complicata, con così tante variabili in gioco, non è mai semplice. Ciò che possiamo dire, è che il CSKA Mosca siede sul trono e farà di tutto per restarci, sebbene la concorrenza sia agguerrita: Barcellona ha fatto un super mercato, rinforzandosi molto e adesso punta senza mezzi termini al titolo; anche Fenerbahce si è rinforzata, e nonostante l’addio di Niccolò Melli i turchi si presentano comunque agguerriti ai nastri di partenza; il Real Madrid punta invece sulla continuità, senza grossi stravolgimenti, consapevole dei propri mezzi; sarà interessante vedere invece come si comporterà Anadolu Efes Istanbul dopo la strepitosa stagione passata, e tutto fa pensare che i turchi possano ancora stare nei piani alti della classifica; Panathinaikos, Olimpia e Chimki possono invece essere delle interessanti outsider, con Milano che vorrà necessariamente strappare un posto ai play-off. Buona Eurolega a tutti, che vinca il migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here