Serie B. Unibasket Amatori Pescara alla prova Civitanova

128
0
nella foto il coach dell'Unibasket Amatori Pescara Stefano Rajola

Dopo aver archiviato la pratica Luciana Mosconi Ancona, c’è un altro ostacolo marchigiano per l’Unibasket Amatori Pescara: la Rossella Virtus Civitanova Marche. Questa volta si giocherà lontano da Pescara, al PalaRisorgimento, dove i padroni di casa nell’ultimo turno hanno battuto i cugini di Porto Sant’Elpidio di 11 punti (84-73 il punteggio finale) toccando quota 6 in classifica. Ma la graduatoria non inganni, la squadra guidata in panchina da Piero Millina è da prendere con le pinze.

Coach Stefano Rajola ne è pienamente consapevole: «Per noi sarà una partita importantissima, perché la classifica sta iniziando a delinearsi e vogliamo assolutamente restare attaccati alle prime. Civitanova è una squadra ben assortita e formata da giocatori molto esperti, con buonissima fisicità e grande tecnica. Amoroso, Burini, Pierini, Andreani e Coviello sono giocatori di alto livello per questa categoria. Noi dovremo andare al PalaRisorgimento per continuare a far vedere i miglioramenti evidenziati nelle ultime partite e fare di tutto per vincere, un motivo in più per dare il massimo, se ce ne fosse bisogno, è dato dal fatto che saremo seguiti anche dal nostro pubblico».

La squadra del presidente Carlo Di Fabio, reduce da tre vittorie di fila, non vuole fermarsi e già nel post vittoria con Ancona aveva la mente rivolta alla sfida di domenica alle ore 18 nelle Marche. “Venire da tre successi consecutivi ci fornisce la fiducia per approcciarci ad una trasferta che può fare la differenza», le parole di Gianluca Carpanzano che a Civitanova vuole replicare l’ottima performance regalata al suo pubblico contro la Luciana Mosconi Ancona. «Contro Ancona è stata una vittoria del collettivo, adesso dobbiamo andare con la stessa mentalità sul campo di una squadra che in casa si esprime bene, ha dato una bella lezione al Chieti e fatto bene altre gare. Ha giocatori esperti che non perdonano, dovremo giocare di squadra senza sottovalutare gli avversari“, è stato invece il commento di Alessandro Potì. La società, intanto, ha ufficialmente tesserato il classe 2000 Domenico Fasciocco che già si è allenato agli ordini di coach Rajola.  “Dopo l’infortunio di Del Sole abbiamo riportato alla base un giovane che era andato a fare esperienza a Campli, ci darà una mano e qualche minuto importante se la squadra ne avesse bisogno. Domenico è un ragazzo che ha una buona fisicità ed ha talento, un giovane interessante che deve abituarsi a giocare con elementi esperti perchè bisogna alzare il livello per essere competitivi. Lo abbiamo aggregato con noi ed io sono stato molto contento di riaverlo qui. Ci sarà utilissimo durante l’arco della stagione“, il commento del tecnico.

Ufficio Stampa e Comunicazione Unibasket

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here