Playoff LBF A2: al PalaCremonesi Villafranca strappa il pass per la finale

97
0

Un Alpo Basket stellare raggiunge per il secondo anno consecutivo la finale del girone nord della serie A2 femminile: le biancoblù escono sconfitte 78-66 in gara-2 di semifinale dal campo di Crema ma, grazie al +16 ottenuto in gara-1, guadagnano l’accesso alla doppia finale con Costa Masnaga. L’impresa dell’Ecodent Point migliora, se vogliamo, quella dello scorso anno, allorquando la prima classificata della regular season saliva direttamente in A1: questa finale oltretutto darà accesso diretto alla massima serie, mentre quella di un anno fa, “soltanto” allo spareggio.

La gara del PalaCremonesi si è rivelata difficile e ostica come previsto: l’approccio delle veronesi è stato ottimo, con Vespignani e Ramò che hanno iniziato sparando da tre e “doppiando” le padrone di casa dopo nemmeno 3 minuti di gioco (4-8). La squadra di coach Soave rimane davanti per tutto il primo quarto, Crema riesce al massimo ad impattare con Nori (15-15), Ramò e Galbiati da tre allungano sino al 15-20 e Iuliano chiude con un appoggio da sotto la prima frazione di gioco (17-20). Nel secondo periodo l’Alpo mette a segno soltanto 10 punti, la contesa prosegue punto a punto fino a metà tempo (24-23), prima che la Parking Graf trovi un break di 8-0, chiuso da 4 punti in fila di Nori (32-23). Nell’ultimo minuto prima dell’intervallo, Grassia, con un gioco da tre punti, dà il vantaggio in doppia cifra alle cremasche (37-27), mentre dall’altra parte la top scorer Ramò risponde con la tripla del 37-30 che manda tutti negli spogliatoi.

Nel terzo quarto l’Ecodent Point “controlla” il risultato: il punteggio vede sempre avanti Crema con un divario compreso tra i 3 e gli 8 punti, Vespignani fallisce il libero del -2 (43-40) e Blazevic da tre e Grassia dalla lunetta siglano il +8 (48-40). La frazione conclusiva inizia con il medesimo scarto (53-45) che però lievita sino al 58-45 grazie al cesto di Blazevic e alla tripla di Caccialanza. La Parking Graf comincia a crederci, come pure il pubblico di casa, Scarsi e Ramò non sono dello stesso parere e riportano sotto le veronesi (58-49). A metà tempo Galbiati ripristina gli 8 punti di gap tra le due contendenti (65-57), il Basket Team risponde con un 6-0 che vale il +14 (71-57) e soprattutto il -2 nel doppio confronto. A poco più di 3 minuti dalla sirena Zampieri firma il 71-59, ma Melchiori risponde con un valido e fallo che in sostanza è un -1 (74-59). Dell’Olio e Zampieri, entrambe da oltre l’arco, non la mettono, Rizzi invece “sorpassa” con il tiro in sospensione del +17 a meno di due minuti dalla fine (76-59). Il PalaCremonesi è una bolgia, Crema difende alla morte ma a 1′:25″ è punita dalla terrificante tripla di Dell’Olio (76-62) e le biancoblù ospiti tornano a “vedere” finale. A 1′:02″ arriva l’errore da sotto di Nori, dopo il time-out palla all’Ecodent Point e Zampieri subisce fallo a 44 secondi dalla fine: 2/2 per la numero 15 in maglia blu (76-64), Crema ci prova due volte da tre, ma il tiro di Caccialanza è un airball. Altro time out, fallo su Galbiati a 22 secondi dal gong, 2/2 per l’ex Geas (76-66), a 17 secondi Capoferri fa 2/3 dalla linea dopo aver subìto fallo sul tentativo da tre (78-66) e sull’ultimo possesso veronese, Crema non riesce a fare fallo.

PARKING GRAF CREMA – ECODENT ALPO VILLAFRANCA  78-66
Parziali: 17-20 (17-20), 37-30 (20-10), 53-45 (16-15), 78-66 (25-21)

 

Uff. Stampa Alpo Basket ’99

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here