Nel primo giorno del nuovo anno, a tenere banco in casa Acqua S.Bernardo Cantù è ancora la performance stellare di Davon Jefferson contro la OriOra Pistoia, nell’ultimo turno di LBA disputato nel 2018. Ultimo turno, valido per la tredicesima giornata del campionato, in cui Jefferson ha segnato 25 punti con un ottimo 11/15 dal campo (73.3%), frutto di un primo quarto quasi perfetto da 12 punti (6/7 da due), 2 assist, 3 stoppate e 4 rimbalzi.

Sintomi di una serata che non poteva che concludersi con numeri da superstar: 25 punti, 11 rimbalzi, 7 assist e 4 stoppate, per 45 di valutazione. In campionato, il lungo statunitense sta viaggiando a 16 punti a partita. 12 fin qui quelle disputate dal californiano classe 1986, che al fatturato offensivo aggiunge anche 8.7 rimbalzi e 3 assist di media. Il tutto per 22 di valutazione, la più alta della lega, di un soffio meglio di Caleb Green (21.9) della Scandone Avellino e del compagno di squadra Ike Udanoh, terzo in graduatoria (21.8).

Nella vittoria su Pistoia, il numero 41 in maglia S.Bernardo ha fatto registrare una serie di record personali in LBA, ben 9, di cui tre eguagliati: nei punti (25 anche contro Cremona), nel plus minus (+23 sempre con la Vanoli) e nelle percentuali da due (71.4%), con il 10/14 contro i toscani che “pareggia” quello della sesta giornata contro la Virtus Bologna. Poi, nuovi record negli assist (7), nelle stoppate (4), nei minuti giocati (36), nella valutazione (45), nei tiri totali realizzati (11) e nelle triple, con la prima tentata – e mandata a bersaglio – contro Pistoia (100%).

Performance da record con la OriOra, che ha permesso a Jefferson di vincere il sondaggio sui canali social ufficiali della Pallacanestro Cantù, venendo eletto MVP della partita dai tifosi canturini con il 72% dei voti, contro il 28% di Gerry Blakes.

Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here