Si ferma alla prima partita la corsa della Vanoli Cremona nella Zurich Connect Final Eight 2020 di Coppa Italia alla Vitrifrigo Arena di Pesaro.

E’ infatti l’A|X Armani Exchange Milano ad avere la meglio nel primo quarto di finale con il punteggio di 86-62. La Vanoli disputa una partita di continua rincorsa dopo il grande avvio dell’Olimpia nel primo periodo, e, dopo aver provato in un paio di occasioni a rientrare sotto la doppia cifra, paga lo sforzo nell’ultimo quarto dove Milano schiaccia nuovamente sull’acceleratore e prende definitivamente il largo.

LA CRONACA – L’avvio di Milano è bruciante e spacca già dopo cinque minuti la partita grazie a un parziale di 20-2 propiziato dalle triple di Cinciarini, Rodriguez, Micov e Scola e dal gioco interno di Tarczewski e dello stesso Scola oltre che dall’ottima aggressiva difesa che impedisce alla Vanoli di prendere tiri puliti dal campo. Cremona fatica enormemente a contenere l’attacco Milanese che trova ritmo e alte percentuali (83.3% da due e 50% da tre) anche dai rimbalzi offensivi, con Tarczewski che fa la voce grossa sotto le plance. Alla prima sirena l’Olimpia è così avanti 28-12 dopo aver toccato anche i 19 punti di vantaggio.

L’avvio di secondo quarto è però favorevole alla Vanoli che si prende momentaneamente l’inerzia dell’incontro con un contro parziale di 11-0 propiziato dagli 8 punti di Jordan Mathews e da una ritrovata aggressività difensiva che per qualche minuto mette qualche sassolino negli ingranaggi offensivi milanesi. Il quarto fallo di Stojanovic interrompe però il momento positivo anche se il nuovo entrato Palmi trova subito un gioco da tre punti per il 28-23. Sulla tripla sbagliata da Mathews Milano ritrova la via del canestro. E’ ancora Tarczewski a far male a Cremona e a riportare i suoi in doppia cifra di vantaggio con la schiacciata del 37-27. La tripla di Nedovic e il canestro di Cinciarini mandano le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 44-31.

Alla ripresa del gioco Milano, con il primo quintetto, mantiene il vantaggio. Cinciarini e Rodriguez rispondono infatti ai tentativi di Saunders, Happ e Ruzzier. Due triple di Mathews riavvicinano nuovamente Cremona sul 56-49. Diener e Nedovic fissano il punteggio alla penultima sirena sul 60-51.

L’ultimo quarto vede però l’Olimpia prendere subito il largo con la Vanoli che non trova più le energie per rispondere e provare a rientrare. Un parziale di 13 a 2 con le triple di Della Valle e Micov regala a Milano il +20 (73-53) che la squadra di Ettore Messina porta poi senza più problemi sino al termine. Finisce 86-62 con Cremona che lascia la Final Eight e Milano che aspetta in semifinale la vincente tra Venezia e Virtus Bologna.

Olimpia Milano: Cinciarini 9, Rodriguez 9, Scola 9, Tarczewski 14, Micov 13; Burns, Nedovic 10, Biligha 1, Della Valle 13, Brooks 2, Sykes 6. N.e.: Moraschini. All.: Messina.

Vanoli Cremona: Saunders 8, Ruzzier 2, Happ 12, Mathews 16, Akele 4; Stojanovic 4, Palmi 3, Sobin 3, Diner 2, De Vico 8. N.e.: Sanguinetti, Zanotti. All.: Sacchetti.

 

Ufficio Stampa Vanoli Basket                                                                                        Foto Zovadelli/VanoliBasket

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here