Una brutta seconda metà di primo quarto rovina decisamente la partita della Despar 4Torri Ferrara, che si arrende sul campo della capolista Correggio giocandosela alla pari nei restanti tre parziali di gioco, e, anzi, rimontando un distacco che sembrava insormontabile. Non si ferma dunque la corsa dei gialloneri, che centrano l’ottavo successo in altrettante gare, pur senza il capitano Luca Guardasoni. Dall’altra parte, non basta alla Despar il miglior Matteo Ghirelli di stagione, che con i suoi 26 punti e una partita di grande sostanza ha sfoderato una delle prestazioni a cui eravamo abituati durante la scorsa annata.

Il primo parziale è la chiave di svolta della partita: quasi la metà dei punti totali di Correggio arriva proprio nel quarto di apertura. Nonostante una partenza spedita della Despar, che con Zaharia e capitan Ghirelli si porta sul 4-7, la Spal si aggrappa a Pini e Lavacchielli (18 punti), per poi procedere punto a punto con grande equilibrio. Come molte volte in questo primo scorcio di stagione, la 4 Torri fatica tantissimo a rimbalzo, concedendo seconde occasioni a Correggio, che ne approfitta e inizia a scappare via non appena ritrova il tiro dall’arco: in breve tempo il tabellone segna 22-13 per i gialloneri. Il parziale casalingo è micidiale e si ferma sul 18-2, quando il libero di Cavazzoni ridà un po’ di ossigeno ai granata. Grande protagonista di serata nei momenti decisivi del match è Pini (11 punti nel periodo dei personali 24 complessivi), che firma il +16 per il 30-14 con cui si va al primo riposo.

Terminato lo shock degli ultimi cinque minuti, la Despar cerca di non sprofondare: con il ritorno in maglia granata di Luca Marchetti, all’esordio stagionale, c’è più sostegno sotto il ferro, mentre capitan Ghirelli con una tripla delle sue sblocca la 4 Torri. Correggio tuttavia non si ferma, e Sutera porta i suoi sul +22, massimo vantaggio della gara; a lui risponde Marongiu con la tripla, e così i ferraresi ritornano sotto le 20 lunghezze di distacco, ma Correggio rimane tranquillamente in controllo sul 49-31 della sirena di metà partita.

La Spal non cala neanche all’inizio della ripresa: fa girare la palla velocemente in attacco e si riporta sul +21. Quando la Despar sembra ormai aver rinunciato a ogni tentativo di rimonta, è Luca Ghirelli a suonare la carica e a combattere contro la difesa reggiana: segna 9 punti e con le triple di Malfatto ridà vivacità ai granata, che nella seconda metà di parziale iniziano a ricucire lo strappo, mentre Correggio, visto il grande vantaggio, stacca un po’ la spina. Il periodo è vinto dai granata, e termina con il risultato di 65-49.

La Despar evidenzia certamente problemi a rimbalzo, che aumentano quando subentra la stanchezza; tuttavia non rinuncia ad attaccare, con l’inerzia dalla propria parte: la tripla di Ghirelli e il libero di Marchetti segnano il -13 sul tabellone, distacco che non si vedeva da tanto. Cavazzoni buca ripetutamente la difesa giallonera, Leopizzi e Zaharia firmano il -8: il parziale dice 7-15 per la Despar, e Stachezzini, con i suoi in evidente difficoltà, è costretto a fermare il gioco. A questo punto è ancora Pini a salire in cattedra: sono tutti suoi gli ultimi 10 punti dei padroni di casa, e il numero 11 di Correggio con un’altra tripla fa partire i titoli di coda di una partita che termina 79-64 in favore dei reggiani.

Spal Correggio – Despar 4 Torri  79-64

(30-14, 49-31, 65-49)

Spal Correggio: Ferrari, Campedelli n.e., Moscardini, Morgotti 5, Sutera 3, Pini 24, Zamparelli 10, Riccò 5, Guardasoni M. 4, Vivarelli 10, Lavacchielli (c) 18. All.: Stachezzini.

Despar 4 Torri: Marchetti 3, Marongiu 3, Scuderi, Malfatto 6, Ghirelli L. 9, Cavazzoni 7, Ghirelli M. (c) 26, Monaldi 3, Ghirelli D., D’Onofrio, Zaharia 6, Leopizzi 1. All.: Tarquini.

Abitri: Politi, Delrio.

Articolo precedenteA2: L’Acqua San Bernardo Cantù cala il poker nel lunch match
Articolo successivoPokerissimo Virtus Civitanova. Superata la Sutor Montegranaro nel derby 92-73

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here