La Gea Basketball Grosseto chiama a raccolta il popolo biancorosso per la terza partita della semifinale di serie D contro la Fides Oltremare Livorno, in programma domenica sera alle 20,30 al Palasport di via Austria.

I ragazzi di Luca Faragli e Marco Santolamazza sono con le spalle al muro dopo aver perso, con mille recriminazioni, le prime due sfide al PalaCosmelli, ma sono intenzionati ad allungare la serie, sfruttando al massimo il fattore campo.

Nell’entourage grossetano c’è la piena fiducia sulle possibilità della squadra che mercoledì scorso ha dato vita ad una bella rimonta finale, vanificata una “non decisione” arbitrale, contro Furi, lanciato a segnare il canestro della probabile vittoria.

«Dobbiamo ripartire dall’ultimo quarto di Livorno – dice il coach Luca Faragliper iniziare la nostra rincorsa. L’obiettivo è portare la Fides sul 2-2 per giocarci la finale in casa loro. Dobbiamo cambiare marcia, aggredirli e far valere una maggiore freschezza atletica, come abbiamo dimostrato in gara2».

«In settimana – prosegue Faragli – abbiamo lavorato molto sui tiri liberi, una delle cause che ci hanno portato alla sconfitta, ma domenica dobbiamo migliorare il tiro in azione e continuare a difendere come abbiamo fatto nella ripresa».

La Gea ospita per la seconda volta nella stagione la Fides. Nella gara d’andata della regular season i biancorossi si sono imposti con uno scarto di 19 punti. I livornesi hanno costruito la loro leadership davanti al pubblico amico e in trasferta hanno spesso mostrato di essere più vulnerabili.

Furi e compagni, però, devono cercare di avere la meglio di un quintetto che è avanti 2-0 nella serie e non fidarsi di quella netta affermazione di qualche mese fa. Stavolta la Gea potrà fare affidamento sulla tifoseria che in settimana si è organizzata per riempire e colorare di biancorosso il PalaAustria. L’impianto pieno può aiutare la squadra ad annullare il primo match ball della Fides.

Rispetto a gara2, rientra Lorenzo Scurti, che ha scontato la squalifica, ma partirà inizialmente dalla panchina per una distorsione alla caviglia. In dubbio anche Andrea Bambini. Assenti Battaglini, quasi pronto al rientro, e Ricciarelli, che non sono mai stati schierati nelle sei partite di playoff.

I convocati: Bambini, Roberti, Morgia, Furi, Simonelli, Neri, Scurti, Romboli, Mazzei, Baccheschi , Mari, Ense, Piccoli.

Articolo precedenteMarcella Filippi saluta il basket giocato: per il capitano delle Lupe è stata l’ultima stagione
Articolo successivoC Silver: Titans di scena ad Osimo per gara3

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here