Non era un inizio di campionato semplice, ma l’Use Computer Gross Empoli, al di là della sconfitta, è comunque uscita dal difficile campo di Fabriano a testa alta.

Il ko è maturato dopo una gara a corrente alternata nella quale i biancorossi hanno avuto anche buoni margini di vantaggio, salvo poi subire la rimonta della squadra di casa protagonista di una serata al tiro a dir poco importante.

Sono state due partite all’interno della stessa – commenta coach Luca Valentinoabbiamo giocato una prima metà ottima nella quale abbiamo aggredito la gara soprattutto nella parte difensiva. Siamo riusciti così ad impedire una facile circolazione a Fabriano e ad isolarli in situazioni di uno contro uno. Dopo l’intervallo, invece, c’è stato un terzo parziale sanguinoso per noi, momento nel quale è salito in cattedra Centanni che ha dato il via alla rimonta di Fabriano chiudendo poi la partita con 8/11 da tre punti. Una percentuale che ritroviamo anche nel dato complessivo dei nostri avversari che hanno chiuso con il 60% di squadra nel tiro dalla lunga”.

“Nel finale – prosegue – abbiamo provato a reagire ma la zona avversaria ci ha impedito di trovare buone soluzioni. Le percentuali si sono abbassate indirizzando così la gara su un ritmo non nostro che alla fine ci ha portati alla sconfitta. Resta comunque una prova incoraggiante visto il valore degli avversari”.

Un’ultima battuta il coach la riserva a chi ha seguito la squadra nelle Marche.

Colgo l’occasione per ringraziare i nostri ragazzi del settore giovanile e le loro famiglie per essere venuti a sostenerci anche in trasferta. Il loro calore si è fatto sentire e di questo siamo contenti”.

Articolo precedenteA1 Techfind: via al turno infrasettimanale. Sei le partite in programma
Articolo successivoMTVB Herons, coach Barsotti post Alba: “Non possiamo permetterci cali di tensione”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here