Alla Unieuro Arena di Forlì sono andate in scena le due semifinali della Supercoppa LNP Old Wild West di Serie A2. Nella seconda sfida, in programma alle ore 21.00, la Vanoli Cremona ha affrontato l’Acqua San Bernardo Cantù.

E’ finita 60-77 per Cremona che resta avanti per tutto l’incontro piazzando il break decisivo nel quarto periodo grazie a una difesa consistente che tiene a sei punti gli avversari e a una buona fluidità e coralità offensiva (quattro uomini in doppia cifra). Domani alle 20.45 i biancoblù si giocheranno la finale di Supercoppa LNP Old Wild West contro l’Allianz Pazienza San Severo che nella prima semifinale è uscita vittoriosa 71-69 con Udine.

Primo quarto equilibrato con le due squadre che si affrontano fin da subito a viso aperto. Cantù si affida al gioco interno e cavalca, fino a quando è in campo, il suo centro Hunt. Cremona trova soluzioni diverse coinvolgendo tutti i giocatori. Il risultato al 10’ è 19-21 per la Vanoli. Le triple di Lacey e Mobio inaugurano il secondo quarto e costringono Sacchetti al time out (19-27). Al rientro rispondono Severini e Rogic e questa volta è Cavina a fermare il gioco (27-29). Si continua sul filo dell’equilibrio sino all’intervallo, con Cremona che rientra negli spogliatoi con un punto di vantaggio grazie all’ultimo canestro di Cannon (40-41).

A inizio ripresa la Vanoli prende ancora qualche punto di vantaggio (44-52) e costringe nuovamente Cantù al time out. Si prosegue con le due squadre che si rispondono in attacco sino al 30’ quando è 54-59 per i biancoblù cremonesi. La Vanoli parte forte negli ultimi decisivi minuti e grazie alla tripla di Piccoli raggiunge il massimo vantaggio sul 54-66 a sette dal termine, con coach Sacchetti che vuole parlarci su. Cremona resta avanti grazie a Denegri (24 per lui alla fine), alla difesa e alle palle recuperate da Piccoli (60-73). A tre dal termine è ancora la panchina canturina a fermare il gioco. Ma la Vanoli non si ferma più ed è ancora Piccoli che fa la voce grossa in difesa recuperando palloni e negando ogni conclusione a Cantù. Finisce 60-77 con Cremona che raggiunge la finale di Supercoppa LNP.

Acqua San Bernardo Cantù – Vanoli Basket Cremona 60-77
(19-21, 21-20, 14-18, 6-18)

Acqua San Bernardo Cantù: Rogic 11, Stefanelli n.e., Nikolic 6, Baldi Rossi 9, Hunt 18, Pini 4, Da Ros, Bucarelli 9, Severini 3, Borsani n.e., Brembilla n.e. All. Sacchetti

Vanoli Basket Cremona: Eboua 4, Gallo, Cannon 4, Alibegovic 10, Caroti 11, Denegri 24, Lacey 6, Piccoli 6, Mobio12, Ndzie. All. Cavina

Arbitri; Maschio – Nuara – Miniati

Coach Demis Cavina: “Sono estremamente contento per i ragazzi perché hanno giocato una partita intensa per quaranta minuti e più che intensa quando contava. Ancora una volta abbiamo vinto con un’ottima difesa anche se nel primo tempo abbiamo sbagliato più di una rotazione. Nel secondo tempo ci siamo un po’ più compattati sulle soluzioni di Cantù che ci avevano dato fastidio nei primi venti minuti e devo dire che tutti hanno fatto molto bene. In attacco abbiamo ancora gambe pesanti, come tutti in questo periodo.

Arriveremo anche a segnare di più ma la cosa più importante adesso è la solidità difensiva e soprattutto la continuità difensiva con cui stiamo giocando. Adesso proviamo a fare l’ultimo sforzo. San Severo è una squadra che gioca con grande energia e che ha già gerarchie molto chiare in attacco. Stanno giocando veramente bene. Noi dovremo approcciare la partita con la loro stessa energia.”

Photocredits: LNP Foto/Ciamillo-Castoria

Articolo precedenteGivova Old Star Game 2022: Presentate le maglie del grande evento benefico del PalaBarbuto.
Articolo successivoMemorial Sivestrin: Troppa Venezia per Trieste. A Jesolo finisce 75-62

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here