Seconda gara in Brianza di difficoltà per la Giorgio Tesi Group Pistoia che regge per un quarto e spiccioli e paga un secondo periodo molto negativo che consente all’Acqua San Bernardo Cantù di allungare in maniera netta e portarsi 2-0 nella serie di semifinale dei playoff del tabellone “Argento” di A2.

E cresce ancora di più il rammarico per come si è conclusa la prima partita dello scorso sabato, con il Pistoia Basket che aveva davvero in mano il punto della prima vittoria: adesso lo scontro si sposta al PalaCarrara per gara3 in programma giovedì 1° giugno alle ore 20.45.

PRIMO TEMPO La tensione in campo è tanta, visto che adesso le squadre iniziano a conoscersi. I padroni di casa si fanno sentire (6-1 con Da Ros) ma cinque punti in fila di Varnado e Copeland rimettono tutto in equilibrio (6-6) al 3’: Logan segna poco mentre fa molto male Dario Hunt (8 punti nel solo primo quarto), poi ci pensano Varnado e soprattutto Saccaggi (nonostante un fallo tecnico) a chiudere il primo periodo sul 20-24 biancorosso.

Il secondo periodo per la Giorgio Tesi Group è tremendo: dal 20-26 dalla lunetta di Copeland diventa 30 pari con il gancio di Del Chiaro, seppur in mezzo a tante difficoltà e secondi possessi concessi. Il quintetto “smart” stavolta non fornisce dividendi e Cantù, con precisione chirurgica, inizia ad allungare coi tiri mortiferi di Baldi Rossi e Da Ros (41-32 al 18’): i biancorossi non segnano più ed al 20’ è 45-33.

SECONDO TEMPO Nemmeno l’uscita dagli spogliatoi sembra svegliare Pistoia, subito traumatizzata da 5 punti in fila di Logan (50-33): per larghi tratti la Tesi Group è tenuta in piedi dal solo Copeland, unico a trovare la via del canestro (56-42), ma in casa canturina Bucarelli è tarantolato e Baldi Rossi sigla il massimo vantaggio sul 66-45. Sotto di 21 punti, però, Pistoia ha la reazione da squadra che non molla mai: otto punti di un redivivo Varnado e la tripla di Matteo Pollone firmano il 69-56 del 30’ che riaccende la fiammella della speranza. Il break è, poi, prolungato da Benetti e Della Rosa in apertura di ultimo quarto che riportano la Tesi Group in orbita (69-61) con Copeland in panchina ma un parziale di 10-0 firmato quasi tutto da David Logan manda già i titoli di coda a metà del periodo arrivando all’82-68 finale.

Al momento dell’uscita dal campo da segnalare, purtroppo, un fatto particolarmente grave con il giocatore della Giorgio Tesi Group, Gabriele Benetti, che è stato colpito al naso da un oggetto lanciato dalla curva dei tifosi di Cantù: per lui un forte sanguinamento e le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore.

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ – GTG PISTOIA 82-68

PARZIALI (20-24, 45-33, 69-56)

ACQUA SAN BERNARDO: Stefanelli 7, Hunt 8, Baldi Rossi 15, Berdini, Nikolic 5, Borsani ne, Da Ros 11, Bucarelli 14, Severini, Morgillo ne, Logan 22. All.: Sacchetti

TESI GROUP: Benetti 4, Della Rosa 5, Copeland 23, Saccaggi 9, Del Chiaro 3, Magro, Allinei ne, Pollone 3, Varnado 19, Wheatle 2. All.: Brienza

ARBITRI: Vita (Ancona), Tirozzi (Bologna), Terranova (Ferrara)

Articolo precedenteLa Staff Mantova concede il bis e va sul 2-0 contro San Severo
Articolo successivoPronto riscatto Blu Basket. Treviglio supera Torino e pareggia la serie (1-1)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here