Troppo forte Parking Graf Crema per questa Blackiron Rentpoint Basket Carugate, che cade in casa 66-84 sotto una raffica di triple delle avversarie che tirano con il 50% dall’arco. La squadra cremasca rimane a punteggio pieno con quattro vinte e zero sconfitte, mentre le padrone di casa devono rinviare ancora una volta l’appuntamento con la vittoria in questo campionato.

Miglior marcatrice, nonché probabilmente la migliore in campo, Alice Nori, massimo stagionale i suoi 24 punti e 11 rimbalzi. Doppia cifra anche per Pappalardo (14) e Melchiori (13) per le ragazze allenate dacoach Stibiel. Non bastano i 20 punti di Sara Canova (10-12 dalla lunetta) e i 17 di Beatrice Olajide (7-8 dal campo) per Carugate, che realizza il primo canestro proprio con la sua lunga di origine nigeriana, tripla dall’angolo, ma è costretta sempre a rincorrere, pur riuscendo a mantenersi in scia alle avversarie per tutto il primo tempo, arrivando anche a -3.

Pronti via, Crema mette la quarta ma Caru c’è. A Crema basta poco per accendersi. Al tiro da tre realizzato da Olajide in apertura rispondono subito Nori e capitan Caccialanza, che segna due triple di fila. Parking Graf già a +7 quando mancano 3′ alla fine del primo quarto ma parziale 7-3 Carugate (5 di Olajide, 2 di Valentina Grassia) riportano le padrone di casa a un solo possesso di distacco, che diventano due nel finale di quarto grazie a un piazzato di Nori.

I cinque punti di distacco rimangono tali fino alla metà del secondo quarto. Il Basket Team cerca di allungare con le solite Nori e Pappalardo, ma Carugate risponde canestro su canestro con Grassia, capitan Diottie Canova. Il nuovo allungo avviene sul 20-25 a favore di Crema, con un “uno-due” firmato Nori (sempre lei) – Melchiori: è +9. Seguono cinque triple consecutive: Gatti, Canova (ispirata dall’arco, 2-5), ancora Gatti, Olajide, Rizzi. Dalla lunetta Canova e ancora Rizzi, l’ultimo canestro del primo tempo è di Olajide: si va a riposo sul 32-40.

Nella ripresa Canova prova a suonare la carica per Carugate. Ma la forza di Crema non sta solo nel tiro da tre, ma anche nella personalità di ciascuna giocatrice e in generale del gruppo. Capace cioè di rispondere pan per focaccia a ogni canestro dall’arco avversario. E infatti Melchiori risponde a tono alla guardia-ala di Carugate, Diotti firma un miniparziale 5-1 ma ancora Melchiori pareggia la tripla della capitana Blackiron Rentpoint.it. Tre minuti senza segnare e poi Capoferri segna la bomba del +14. Carugate è brava a non lasciarsi andare, Silvia Colognesitrova qualche buon canestro frutto di un altrettanto buona circolazione di palla e il terzo quarto si chiude 47-60. Negli ultimi dieci minuti Crema arriva a un massimo vantaggio di +2, nel finale si mette in mostra Sara Usuelli, prodotto del vivaio di Carugate: chiuderà con 4 punti, 2 rimbalzi e un recupero.

Al 12-24 di Crema dall’arco, Carugate risponde con 6-13. Alte le percentuali anche dalla lunetta: 16-19 per le padrone di casa, 12-15 per la squadra ospite, ma il conto dei falli per tre quarti è stato a lungo sbilanciato a favore di Crema: 7 commessi da Parking Graf, 14 da Blackiron Rentpoint.it. Somma finale: 14-17.

Prendo di buono tante cose – è il commento di coach Fassina a fine gara- una reazione emotiva e agonistica forte dopo la brutta prestazione contro San Martino. Abbiamo subito 84 punti ma ne abbiamo segnati 66. E non ne abbiamo presi 20 subito, siamo crollate nel finale facendo girare più giocatrici. Penso che abbiamo subito anche un po’ il metro arbitrale, non siamo ancora mature per ribaltare questo genere di situazioni. Mi è piaciuta Sara Usuelli e l’impegno che hanno messo tutte a livello individuale, mi auguro, anzi, ne sono certo, che questa squadra possa prendersi presto delle soddisfazioni“.

Blackiron Rentpoint.it Carugate – Parking Graf Crema 66-84
Tabellino: Diotti 11, Miccoli, Canova 20, Olajide 17, Grassia 10; Allevi, Colognesi 4, Usuelli 4, Marino. All. Fassina.

Ufficio Stampa ASD Basket Carugate                                                                                      Foto:Simone Mallardo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here