Sarà la Reyer Venezia di Coach Andrea Mazzon l’avversaria che, domenica 05 dicembre alle 18.00, sfiderà le ragazze tremende di Coach Paolo Seletti in quel di via Verdi.

A tal proposito abbiamo fatto due chiacchiere con Eleonora “Lelita” Villa, autrice di una positivissima prova in quel di Lucca, che vede così il match contro le lagunari: “Sarà una partita difficilissima; la Reyer é una squadra completa e con molta esperienza, ma finora abbiamo dimostrato di potercela giocare con chiunque. La chiave sarà incappare in meno errori possibili, perché, formazioni di questo livello, ti puniscono ad ogni passo falso. Dovremo mettere fisicità in tutto quello che facciamo e determinazione, sempre”.

Continua analizzando il momento negativo a livello di vittorie ottenute: “Perdere non é mai piacevole, la frustrazione é tanta, soprattutto quando, in più di un’occasione, perdi con uno scarto esiguo. Ma questo non ci butta giù, anzi, ci stimola a volerci riscattare!”

Alla domanda su quale siano i punti deboli ed i punti forti della squadra non ha dubbi: “La costanza é il nostro tallone d’Achille, come anche la comunicazione in campo che, se migliorata, potrebbe alzare la qualità del nostro gioco. Il marchio di fabbrica invece é la velocità, a cui si aggiunge l’imprevedibilità dettata dall’entusiasmo della gioventù. Il nostro giocare di letture, poi, sfrutta al meglio le caratteristiche di ognuna di noi”.

E contro la Reyer Venezia servirà essere al top, le venete sono una formazione di assoluto valore, sia a livello di straniere che a livello di “domestic players”, e allenate da un coach esperto e che, nonostante abbia preso in mano la squadra in corsa, ha già dato la sua impronta al gioco delle oro-granata.

Photocredits: Elio Castoria

Articolo precedenteA2 femminile Sud: L’Alma Patti firma il ritorno in Sicilia di Liliana Miccio
Articolo successivoSerie B Old Wild West: la presentazione della decima giornata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here