In attesa che la federazione pubblichi i campionati del settore giovanile, si comincia a confrontarsi, le palestre iniziano a prendere il caratteristico odore dell’impegno, questo anno purtroppo mixato con quello più acre degli igienizzanti.

I ragazzi, dai più piccoli ai più grandi, riprendono confidenza, dopo otto lunghissimi mesi, con il pallone, con le scivolate a terra, le spinte, con quei palloni strappati dalle braccia dell’avversario, la voglia di giocare è tantissima, lo si vede bene sui loro volti, all’ingresso in campo i loro occhi brillano poi mentre la palla sale in aria e una frazione di secondo dopo inizia la sua parabola discendente, i visi si trasformano, si fanno tesi come non mai, ognuno sfodera la sua grintosissima smorfia, “ora si fa sul serio” questo il pensiero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here