L’atto conclusivo del Red Bull Half Court non ha deluso le aspettative. Spettacolo ed entusiasmo per la finale nazionale, che si è svolta sabato 30 luglio presso il playground dei Giardini Fava.

Il torneo, che ha reso rovente l’intero mese di luglio, ha visto coinvolte in 5 tappe le città di Roncade (TV), Roma, Ancona, Rimini e Bologna: nel capoluogo emiliano si è svolto anche l’atto conclusivo che ha definito i team vincitori dell’edizione 2022, regalando loro il pass per la World Final in programma il prossimo settembre in Egitto, presso Il Cairo.

La competizione maschile ha visto trionfare sul rettangolo di gioco il team veneto Not x Bolo by Night, che hanno sconfitto i Baruz Team con il punteggio di 16-11, al termine di una sfida combattuta fino agli ultimi minuti. In campo femminile, invece, hanno prevalso le ragazze liguri Tigu 3×3, che hanno battuto i Die Bedde Tose con il punteggio di 18-9, al termine di una sfida avvincente.

L’atto conclusivo si è svolto presso il riqualificato playground dei Giardini Fava, rinnovato grazie all’impegno del Comune di Bologna e da Red Bull, che hanno collaborato con i “Regaz dei Fava”, una comunità di circa 80 ragazzi di origini diverse, provenienti da quartieri differenti, che si sono uniti per rendere il campo un luogo di aggregazione per l’intera città.

Daniel Hackett ospite della manifestazione

Tra gli ospiti d’eccezione per la finale nazionale il cestista Daniel Hackett, playmaker della Nazionale e della Virtus Pallacanestro Bologna. Terminata la premiazione dei vincitori, grande entusiasmo per il numeroso pubblico presente grazie all’esibizione live di ENSI, che ha infiammato la serata.

Per la finale di Bologna FILA ha creato dei completi da gioco che riprendono i colori del playground dei Giardini Fava e ha lanciato una versione speciale della scarpa da basket Grant Hill 2, anch’essa con i colori del campo da gioco bolognese. Le due squadre italiane vincitrici avranno il privilegio di indossare questa iconica scarpa insieme ad una tuta personalizzata per la Finale Mondiale.

Dal 30 settembre al 1° ottobre, i migliori streetballer maschili e femminili provenienti da oltre 20 Paesi si sfideranno infatti a Il Cairo, davanti ad una delle sette meraviglie del mondo antico: le Piramidi di Giza.

Il Red Bull Half Court è un torneo dove la pallacanestro nella sua forma più pura si interseca con l’arte e la cultura, restituendo alle comunità locali uno spazio di aggregazione per le persone, lasciando lo spirito dell’evento e ispirando la prossima generazione di cestisti a giocare il proprio gioco. La Finale Mondiale si preannuncia davvero spettacolare.

Press Office Red Bull                                                                                               Photocredits: Gabriele Seghizzi

Articolo precedenteCity of Cagliari: A settembre la 12.a edizione con Sassari, Varese, Milano e Pana
Articolo successivoLa BPC Virtus Cassino piazza il colpo da 90. All’ombra dell’abbazia arriva Flavio Gay

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here