Decimo successo consecutivo per l’Efes Istanbul che non ha alcun problema a superare il Bayern Monaco nonostante l’assenza di Shane Larkin. In una giornata che ha visto ben otto vittorie in trasferta, spiccano quelle del Real Madrid a Istanbul contro il Fenerbahce e del Barcellona ad Atene contro il Panathinaikos. Nuova sconfitta per l’Armani Exchange Milano che scivola fuori dalla zona playoff.

Pur senza la sua stella Shane Larkin, l’Efes Istanbul si aggiudica senza nessuna difficoltà la gara sul parquet del fanalino di coda Bayern Monaco che oppone resistenza solo nel primo tempo poi i turchi allungano decisamente e chiudono sul +25 con Rodrigue Beaubois (16 con 4/6 da tre) migliore in campo.

Al secondo posto, a tre vittorie di distanza dalla capolista, restano il Real Madrid ed il Barcellona impegnate in difficili sfide in trasferta. I blancos partono subito bene e nella seconda parte di partita dilagano imponendosi su un deludente Fenerbahce con ben ventinove lunghezze di vantaggio. Per la formazione allenata da coach Pablo Laso molto bene Jaycee Carroll (20 con 4/7 da tre) e Walter Tavares (16 con 8/13 da due) mentre nella squadra turca l’unico a salvarsi è stato Nando De Colo (21). Più complicata ma non meno meritata la vittoria dei blaugrana che soffrono, vanno sotto anche di undici in apertura di terzo quarto sul parquet del Panathinaikos ma poi riescono a recuperare e nel finale, trascinati da Nikola Mirotic (20) e Cory Higgins (17), allungano fino al +11.

In quarta posizione troviamo ancora il CSKA Mosca e il Maccabi Tel Aviv anch’essi artefici di importanti successi esterni. I russi, al termine di una sfida molto equilibrata, espugnano il caldissimo campo della Stella Rossa Belgrado grazie alle decisive prestazioni di Mike James (29) e soprattutto Daniel Hackett (19 con 6/11 dal campo), autore di un paio di canestri fondamentali nei minuti conclusivi. Gli israeliani invece restano sotto per gran parte della gara in quel di Valencia ma poi nei momenti cruciali sono più bravi con in evidenza Scottie Wilbekin (20 con 6/11 da tre) e Tyler Dorsey (19) con quest’ultimo che sigla la tripla che risolve il match ad una quarantina di secondi dalla fine.

Altra sconfitta, la terza consecutiva in EuroLega, per l’Armani Exchange Milano che esce dalle prime otto a vantaggio proprio del Khimki Mosca che passa al Forum di Assago disputando una partita molto solida con Alexey Shved (18) ed in particolare Jonas Jerebko (16+12r) principali artefici di un successo maturato negli ultimi minuti anche se in realtà la sensazione che i russi fossero in controllo nel quarto periodo è apparsa evidente di fronte ad una squadra, quella di Ettore Messina, che ha avuto sì 18 punti da Sergio Rodriguez ma ha chiuso con appena tre triple realizzate su ventuno tentativi, veramente poco per pensare di poter vincere a questi livelli.

Ambiscono ancora ad un posto nei playoff, aggiudicandosi le rispettive sfide di questa giornata, l’Olympiakos e lo Zalgiris Kaunas. I greci conquistano l’unica affermazione interna di questo turno di EuroLega battendo con grande autorità un modesto ASVEL Villeurbanne con 15 punti di Sasha Vezenkov mentre i lituani, trascinati da un ispirato Edgaras Ulanovas (15 con 6/10 dal campo) e grazie ad uno splendido secondo tempo chiuso col parziale di 25-44, violano il parquet del Baskonia ribaltando anche il -10 subito all’andata.

Nella parte bassa della classifica da segnalare la vittoria in trasferta ben più netta del +2 finale dell’Alba Berlino che passa a San Pietroburgo contro lo Zenit con 24 punti con 9/14 dal campo di Martin Hermansson.

RISULTATI

Zenit San Pietroburgo-Alba Berlino  81-83
Olympiakos-ASVEL Villeurbanne  77-68
Fenerbahce-Real Madrid  65-94
Armani Exchange Milano-Khimki Mosca  69-78
Baskonia-Zalgiris Kaunas  60-74
Stella Rossa Belgrado-CSKA Mosca  81-86
Bayern Monaco-Efes Istanbul  63-88
Panathinaikos-Barcellona  81-92
Valencia-Maccabi Tel Aviv  82-85

CLASSIFICA

Efes Istanbul 22-3, Real Madrid 19-6, Barcellona 19-6, CSKA Mosca 17-8, Maccabi Tel Aviv 17-8, Panathinaikos 14-11, Valencia 12-13, Khimki Mosca 11-14, Olympiakos 11-14, Fenerbahce 11-14, Armani Exchange Milano 11-14, Zalgiris Kaunas 10-15, Stella Rossa Belgrado 10-15, Alba Berlino 9-16, Baskonia 9-16, ASVEL Villeurbanne 9-16, Zenit San Pietroburgo 7-17, Bayern Monaco 7-17.

Articolo precedenteMemorial Santon: la Pallacanestro Trieste vince con Treviso. Jones MVP
Articolo successivoSerie D: Pallacanestro Trieste vittoriosa con Monfalcone. Playoff sempre più vicini
Simone Franco, classe '79, appassionato di tutti gli sport in particolare del meraviglioso gioco della pallacanestro dalle categorie minori alla NBA. Scrivo liberamente fin da ragazzo e da qualche anno ho realizzato il mio sogno di poter condividere con gli altri le emozioni che regala una partita di basket ed ora sono entusiasta di poterlo fare anche attraverso Basketworldlife.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here