Pallacanestro Trieste 2004 ai playoff: è questo il verdetto del Forum di Assago, dopo l’ultimo match di campionato dei biancorossi. Una regular season che culmina con il settimo posto conclusivo, nonostante la sconfitta 93 – 88 contro l’AX Armani Exchange Milano: la formazione di coach Eugenio Dalmasson troverà quindi Cremona al primo turno di playoff, con inizio della serie da domenica 19 maggio, al PalaRadi di Cremona. La formazione triestina non ha mai mollato, dall’inizio alla fine, mostrando un carattere ed un gioco di squadra che non è calato di un centimetro, al cospetto della “regina” del campionato, brava a segnare i canestri decisivi nel quarto periodo.

Trieste parte con il quintetto formato da Wright, Sanders, Strautins, Peric e Mosley: risponde l’Armani con Jerrells, Nunnally, Micov, Burns e Brooks. L’inizio della formazione biancorossa è tutto griffato da Peric: il croato “sente” il derby balcanico con Micov e firma sette punti nei primi tre minuti. Quando Mosley schiaccia in alley hoop il canestro dello 0 – 11, ecco che Pianigiami chiama time out (6’16’’). Tanti errori al tiro da parte di Milano, che però riesce a sbloccarsi con Micov: il serbo produce la rimonta milanese fino al 14-17, poi Dragic e Peric (6/8 da due, 3/3 nelle bombe, 6/6 ai liberi, 5 falli subiti) danno il +8 a Trieste a fine primo quarto.

La seconda frazione si apre con quattro punti di fila di Nunnally, poi si scatena Della Valle: l’esterno italiano si guadagna falli e punti dalla lunetta, ma Peric risponde prontamente (40 – 38). Quando Fontecchio segna la tripla e Burns schiaccia al volo, l’Armani vola sul 47 – 40: Knox risponde da sotto canestro, ma nel finale è Jerrells, con due bombe, a dare il +10 ai lombardi proprio allo scadere (53 – 43).

Nella ripresa, l’inizio è infuocato per Fernandez: “Lobito” piazza cinque punti di fila e dimezza lo scarto, prima della bomba di Peric (53 – 51). Milano, però, sfrutta i diversi errori da sotto dei biancorossi e, con Brooks, Burns e Della Valle (6/7 da due, 1/5 da tre, 6/6 ai liberi, 4 falli subiti), rimane avanti. Capitan Cinciarini dà un ottimo apporto in quanto a grinta e concretezza, ma Trieste è sempre lì e non molla: l’assist di Cavaliero per la schiacciata di Peric dà il 61 – 60, ma Della Valle e Kuzminskas replicano. Sulla sirena, Wright riesce a indovinare la penetrazione del meno due al trentesimo (67 – 65).

Lo show di Della Valle continua anche nel quarto periodo, nonostante la schiacciata di Knox e il canestro con il fallo di Da Ros (76 – 72): il play/guardia di Pianigiani continua a fare il diavolo a quattro, ma Trieste non molla di un centimetro. Chris Wright (5/8 da due, 1/2 da tre, 5/8 ai liberi, 8 assist, 6 rimbalzi) indovina due liberi e mette una bomba per il meno tre (80 – 77), ma Milano continua a segnare: Micov e Della Valle segnano canestri fondamentali. I biancorossi tengono botta, con il trio Sanders – Mosley – Wright: la penetrazione del play regala il 91 – 88, ma Cinciarini subisce fallo a 11’’ dalla fine e mette i liberi della staffa.

AX Armani Exchange Milano – Alma Pallacanestro Trieste  93-88

AX Armani Exchange Milano: De Capitani ne, Micov 11, Della Valle 21, Tarczewski 3, Cinciarini 12, Brooks 10, Jerrells 9, Burns 6, Fontecchio 4, Nunnally 4, Kuzminskas 13. All. Pianigiani

Alma Pallacanestro Trieste: Da Ros 5, Wright 18, Peric 27, Sanders 13, Mosley 7, Coronica, Knox 8, Cavaliero, Dragic 3, Fernandez 5, Strautins 2, Cittadini ne. All. Dalmasson

Parziali: 14-22; 53-43; 67-65

Arbitri: Lo Guzzo, Grigioni e Morelli

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste

Articolo precedenteGiovanili: Acciaierie Valbruna Bolzano campioni regionali U14. In finale battuto Basket Rosa 62-34
Articolo successivoLBA: Vanoli sconfitta 82-81 a Reggio Emilia. Sarà Trieste l’avversaria playoff.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here